Supercoppa italiana 2011, Montepaschi Siena – Bennet Cantù: 73 – 70

di Charlie 2

Montepaschi Siena – Bennet Cantù (parziali 12-15, 24-32, 47-48, 73-70)

  • 73-70

Verde maestoso, bianco genuino. Pan dan di colori, emozioni in centrifuga. Levigato il parquet, si torna alla pallacanestro. E la diapositiva “in celebrazione di” non può che essere quella di Sienafestante per il tricolore 2011.

  • Forlì invasa dal tifo, Montepaschi Siena e Bennet Cantù tengono lo sguardo fisso verso un trofeo che, negli ultimi cinque anni, è stato di casa in Toscana. La Supercoppa italiana dà il via alla stagione agonistica 2011/2012 e regala la meritata vetrina a chi – nella passata stagione – ha mostrato di avere parecchio da dire. Scudetto alla Montepaschi, coppa Italia alla Bennet.

Tra le novità: dopo nove anni in pay tv, si torna in chiaro grazie all’accordo raggiunto tra Lega e La7. Le rose a disposizione di Simone Pianighiani e Andrea Trinchieri sono al completo e le defezioni eventuali sono in realtà solo precauzioni per acciacchi e fastidi muscolari che stanno passando. L’esempio evidente è quello di Zisis: c0è, forse non è pronto a un elevato minutaggio.

Bennet Cantu in blu , canotte con bordi bianchi: il tifo comincia a sentirsi ed è una sovrapposizione di incitamenti. Sventagliano le bandiere a mezz’ora dall’inizio. Cremascoli e Minucci presenziano come da copione.

Alle 17.45 si vede la supercoppa italiana. Bella scoperta quando ho sentito che Gianmarco Pozzecco è diventato opinionista di La7. Intanto, mi correggo: sugli spalti vi è sproporzione in termini di tifo: tanta Cantù. Siena così e così.

Cinciarini con Cantu, dico la verità, mi attira. Voglio vederlo. Stonerook, Michelori, Aradori, McCalebb, Summers: questi i cinque di Siena. E qui confesso: Bo è Bo. Sarà l’Mvp. Montepaschi vince facile? Sensazioni.

Inizia. Primo attacco Siena, primo errore di Michelori. Serie di errori: sbagliano Mazarino per Cantù e Summers per la Montepaschi. Micov sblocca: di Cantù la prima penetrazione. Mazzarino, poi Summers: 6-4 Cantù. Marconato riceve male, Summers (già a 4 di score), poi Aradori: sorpasso Siena, 8-6.

MAZZARINO, 6.25 METRI. PRIMA BOMBA. 9-8 Cantù.

Penetrazione McCalebb, mi sciolgo. 10-9 Siena.

Cantù cambia. Signori, entra Basile. SIGNORI, ENTRA BASILE. Commosso anche Pozzecco che ha una zeppola più marcata di come la ricordavo.

Markoishvili Manuchar, altra bomba Cantu: 13-12 per i lombardi. micov arrotonda, altri 2 punti.

Fine primo quarto. Male Siena, tra tutti non convince Lavrinovic: sembra in ritardo di condizione e dà quasi l’impressione di essere fuori dagli schemi.

Secondo quarto. Che inizia con quello che attendevo. Basile e il tiro ignorante. BASILE E IL TIRO IGNORANTE!!! Cantu +5.

Grande difesa Cantù, Siena in campo con Moss, Summers e Lavrinovic contemporaneamente. Però, a infierire è Leunen. Mamma Cantù!

Niente, a Siena non riesce neppure il taglia fuori: la Montepaschi non c’è. Ne approfitta anche Scekic. 12-22. L’unico che dà segnali di reattivtà tra i toscani è Summers. 14-22. Micov replica a Michelori. Un libero per il primo, tiro da due per l’italiano. 16-23.

Da tempo non ricordavo Siena tanto in difficoltà. Pare amnesia mentale, la cosa che lascia pensare è che dura da una frazione e mezza. McCalebb non è quello dello scorso anno, men che meno quello dell’Europeo. Ancora Cantu: Lighty da 2. èpoi, premiata ditta Mazzarino-Marconato. Cantù ancora +8.

La maniera di McCalebb, finalmente. Intanto, Basile ne sbaglia due di fila. Siena si scuote, Moss da due. Meno cinque Montepaschi. Scekic, due liberi, poi la difesa di Cantù spiana la strada a McCalebb. Canestro regalato. L’errore più evidente fino a ora, sebbene la retroguardia lombarda stia facendo bene.

MA-ZZA-RI-NO BOMBA, sono due.

  • Cantù + 8 alla fine del secondo quarto. Ribadisco: Siena non c’è. Qualche cifra Montepaschi: 0 su cinque da tre, 11 su 25 da due (non è nemmeno il 50%). Intanto il presidente della Lega, Valentino Renzi, conferma che si sta facendo il massimo per portare Kobe Bryant in Italia. Su Venezia in A1: “Campionato anomalo, ma è così e andiamo avanti”.

Intanto, Pozzecco: “Se Marconato è ancora in campo e io mi sono messo a fare il telecronista, un motivo ci sarà. Ecco: lui preservava il fisico; io non l’ho mai fatto”.

Si riparte. Lavrinovic da 2, Cantù sta subendo la fisicità degli avversari.Il punteggio si mantiene basso: due motivi. Buone difese, troppi errori al tiro. Ancora Lavrinovic: tripla, la prima di Siena. Gara riaperta, -1 Montepaschi. Markoishvili mette una pezza, +4 Cantù.

Doppio McCalebb dalla lunetta. Libero di Kaukenas. Gioco da tre punti di Scekic, gli riesce. + 3 Cantù. Markoishvili da due, doppio Lavrinovic dalla lunetta, azione di McCalebb alla McCalebb. Siena ancora sotto: -1.

Mancano due minuti alla fine del terzo quarto, Moss sbaglia il tiro da tre (grande difesa di Basile), Lavrinovic indovina quello da due. Sorpasso Siena. Dura 20 secondi: il tempo che Micov infili due liberi. Kaukenas ritrova il sorpasso. Micov, un libero, firma il pari.

Fallo di Aradori su Lighty, poi tecnbico alla panchina di Pianigiani. Assurdo fallo di Lighty a 1” dalla sirena con la palla nell’area di Siena. Aradori a canestro, -1 Siena alla fine del terzo quarto.

Inizia il quarto parziale con la bomba di BASILE in faccia a Siena. Poi Micov, straripante. Cantù ancora a +8. Ma Siena dov’è? Accorcia Lavrinovic, replica Ortner su asssist di Basile. lavrinovic maestoso, sta tenedo Siena in piedi. Montepaschi ancora -1. Cinciarini, però, è lì: prende la mira… ciuff. +5 Cantù. Faccio ciufff anch’io, gli ha sbattuto in faccia Lavrinovic. Siena -2. Micov da due, libero di Aradori. Altri due di Stonerook. McCalebb-Moss, gioco da tre. Siena in vantaggio. tripla Kaukenas, Siena +4. Ormai è punto a punto: Micov dalla lunetta accorcia lo svantaggio. lavronovic lo rimarca. Supercoppa italiana 2011 alla Montepaschi Siena.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>