Basket, non sei la fucina dell’innovazione?

di Redazione 0

C’è la volontà di ricostruire, esploriamo dunque il mondo delle “App” per uscire dallo scontato sistema televisivo. Invidia del direttore, e di chi può trattare argomenti concreti: per esempio il mercato Nba, le baruffe federal-legaiole, i preparativi delle Olimpiadi.

Io mi trovo a parlare di tv, quindi di una cosa molto vicina al mondo impalpabile  delle idee. E sopratutto di basket televisivo e quindi assolutamente di quasi nulla, viste le recenti magre. Mi piacerebbe poter scrivere di fatti legati al basket tv  e di come viene proposto, ma il problema é che non ce n’é in questi giorni nè del primo e quindi anche del secondo.

Ultimo evento mediatico cestistico sono stati i draft Nba che non mi rsulta ci abbiano visto protagonisti e in prospettiva futura lo Europe Live Tour Nba che vedrà Boston vs Milano al Forum e….. di quelli non parlo per scaramanzia! Per il resto l’attenzione mediatica é concentrata su Europei di calcio e le Olimpiadi di Londra e poco sfugge a questo “buco nero” mediatico. Ma anche se non ci fossero stati questi due supereventi, sono convinto che le televisioni avrebbero continuato a sfornare repliche della stagione passata, filmoni di ogni genere, con rare eccezioni “fuori orario” di programmi intelligenti ( che quindi non fanno ascolto) e poco altro.

Mi sto rendendo conto che sto scrivendo con lo stesso approccio registico di quando ti capita una partita di fine stagione di quelle da tanti a pochi: devi inventarti i temi da raccontare, la storia di un giocatore in particolare, collegamenti col mondo esterno e nel frattempo in campo c’è “la sagra della padella” insieme alla fiera delle azioni inguardabili… È quello che succede adesso, l’attenzione massima è sul calcio, Olimpiadi, Wimbledon e al basket rimane veramente poco.

Polemiche di palazzo, roba da notiziari che interessano gli addetti lavori e pochi altri. Quindi,se non viene affrontato il “sistema basket” con il metodo Monti, saremo destinati ad un altro campionato nel quale perderemo altri pezzi di storia come Treviso o Roma e dove torneremo ad un sistema bipolare come ai tempi dei duelli Simmenthal vs Ignis e poco altro.

Gli ascolti verificati con un sistema datato come quello Auditel e riferibili solo ai contatti e non al gradimento e sopratutto alla sola tv, quando grazie alle nuove tecnologie, possiamo vedere attraverso PC, smartphone e tablet quello che vogliamo, diventano ulteriormente limitati e poco attendibili. Ci sono App che consentono connessioni con televisioni in tutto il mondo, canali sportivi e informativi che trasmettono tutti gli sport possibili, e c’é chi valuta ancora gli ascolti con il pallottoliere…

Il basket é nato e cresciuto come fucina d’innovazioni, approfittiamo di questo momento in cui sembra esistere la volontà di ricostruire, per rifarlo nel modo giusto…

Giancarlo Fercioni – Regista Tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>