Yao Ming si ritira, il gigante dà l’addio al basket

di Redazione 0

Le lacrime del gigante hanno sempre un sapore particolare. Perchè evidenziano una fragilità tipicamente umana che quella stazza di cui l’ha dotato madre natura celano da che mondoi e mondo. Yao Ming, 229 cm di altezza, si ritira dal basket che conta – quello dei professionisti, quello Nba – e lo fa a soli 30 anni, l’età in cui altri colleghi – più fortunate e menoi tartassati dai problemi di salute – si dice siano nel pieno della maturità.

Quando un campione – parla la storia – è davvero pronto per vincere quello che c’è da vincere. Gli occhi a mandorla di Yao Ming, nel corso della conferenza d’addio, si sono allungati ancora di più per fare spazio a un pianto dignitoso, sommesso e sofferto. Troppi infortuni hanno piegato a tal punto la carriera del cinese fino a spezzarla e costringere il cestista alla resa incondizionata.

L’annuncio di Yao Ming è arrivato a Shanghai, località in cui è nato il 12 settembre del 1980: dopo otto stagioni in America alla corte degli Huston Rockets, il centro appende le scarpette al chiodo dopo 486 presenze in Nba. Sarebbero potute essere assai di più e lo score personale, anch’esso avrebbe potuto raggiungere livelli da record. Se solo..

Già, se solo la sorte fosse stata coerente con la benevolenza iniziale: i 229 cm di altezza e gli oltre 140 chili di peso ne avrebbero potuto fare, per caratteristiche, uno dei fenomeni più celebrati e decisivi di sempre. Invece, nella stagione 2008/2009, nel corso di gara 3 delle semifinali dei playoff di conference, contro i Lakers, ha riportato un grave infortunio: frattura al piede sinistro.

Roba che per altri avrebbe significato infortunio di lieve entità ma per il cinesone, gigante com’è, è stato inizio di un calvario che non si è mai concluso. Nel 2011, dopo una titubanza giustificata dal timore di compromettere ogni cosa, decide di intervenire chirurgicamente sulla caviglia sinistra: il recupero sembrava procedere nel migliore dei modi, ma l’impressione non si è rivelata tale. Durante la stagione 2010/11 riesce a giocare solo 5 partite, nulla più. Gli anni in Nba si chiudono con statistiche personali di 9.247 punti, 920 stoppate, 4.494 rimbalzi e 769 assist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>