Zisis ha lasciato Siena per Bilbao

di Charlie 1

Dopo 3 stagioni e 3 scudetti, il greco che ha vinto l’Euroleague raggiunge coach Katsikars e la colonia greca della Liga Acb. Pianigiani vuole Hairston che chiede 3 milioni per restare a Milano. Domani Rudy Fernandez firma per il Real Madrid che ha preso un baby-prodigio, Jonathan Barreiro.

Ancor prima di Siena, l’annuncio che Nikos Zisis aveva firmato col Gescrap Bilbao è stato dato in Spagna. Il play greco uscito dalla scuola cattolica di Salonicco che ha costruito la sua carriera in Europa e con la nazionale più che con le squadre di club greche, non torna a casa, la Grecia vive un momento difficile e fra pochi giorni compirà 29 anni indossando la maglia nera della squadra basca che rientra nei ranghi dopo aver ottenuto due anni fa la finale della Liga Acb e aver contribuito l’anno scorso all’eliminazione del Real Madrid raggiungendo le Top16 al debutto nell’Euroleague.

Nel Gescrap prenderà il posto dell’americano Aaron Jackson scelto da Messina per il Cska, e ha raggiunto il suo allenatore che l’ha lanciato all’Aek Atene, Fotis Katsikaris, e i compagni Dimitrios Mavroeidis e Kostas Vasileiadis  con i quali è impegnato a Caracas nel torneo preolimpico per cercare di portare la Grecia a Londra.

Nikos ha avuto una parte importante, come uomo d’ordine, di lettura delle difese, negli scudetti di Siena vincendone ben 3, dopo i 2 conquistati col Cska, uno con la Benetton Treviso e l’Aek Atene nel 2001. E’ l’abatino del basket, la sua è stata una crescita costante, ha saputo migliorare il tiro da fuori, ha giocato due anni a Treviso, due al Cska, tre a Siena, oltre a due Olimpiadi e l’oro europeo del 2005. Ha vinto l’Euroleague col Cska.

Domani il Real Madrid annuncerà la firma di Rudy Fernandez con un triennale da quasi 9 milioni di euro. Dopo aver avuto problemi con Portland, era tornato in Spagna ha voluto riprovare con trasferimento a Denver, ma la pesante ultima stagione gli è costata una lunga assenza e un’operazione alla schiena. Tornato in salute, il maiorchino ha preferito un ruolo di leader nel real Madrid col quale aveva già giocato alcune partite all’inizio della scorsa stagione mentre la NBA viveva la tensione del lockt out. All’annuncio della firma per il Real Madrid, il Barcellona dichiarò con stizza che Fernandez non aveva rispettato un accordo sottoscritto in precedenza, e che del resto  il club voleva solo giocatori in linea con un certo stile di comportamento.

Il Real ha liberato Kyle Singer che spera di poter giocare la prossima stagione con i Pistons che l’hanno scelto nel draft 2011. Pablo Laso rafforza anche il settore giovanile dal quale arriva Indio Diaz che verrà promosso in prima squadra, mentre dalla Galizia è arrivato il gioiellino Jonathan barreiro, 15 anni, 2 metri, un play atipico.

Tenta invece la fortuna  negli Stati Uniti la torre  (2,06 m) israeliana Lior Elyhau, in passato giocatore del Caja Laboral. Il Maccabi si è coperto le spalle con il georgiano Giorgi Shermandini, i diritti di  Elyhau   sono di Houston e va alla Summer League tentando di convincere coach McHale a metterlo in formazione.

Simone Pianigiani chiede Malik Hairston, e questo fa salire il costo dell’ala dell’Armani che chiede  (se basta) 3 milioni di euro per un biennale e, e continua ad avere un ruolo non definito, la ragione per cui San Antonio ha preferito puntare sui altri giocatori con miglior tecnica individuale.

[email protected]
Riproduzione Riservata

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>