Streetball Finals di Riccione, com’è andata?

di Marco Cesto Commenta

L’epilogo della giornata conclusiva delle Finals di Riccione della manifestazione organizzata da FISB e FIP è questa: hanno vinto il Team Cobram e l’Atletico Stocastico laureandosi campioni italiani 2016 3×3 dello Streetball Italian Tour.

Lo “scudetto” maschile è andato agli attuali titolari della Nazionale italiana 3×3, ovvero Claudio Negri, Andrea Negri, Gionata Zampolli, Damiano Verri, vincitori per 21-13 contro i Kopt Bergamo. La cronaca offerta dalla FIP spiega che nella prima metà della gara c’è stato un testa a testa, tant’è che le due squadre che hanno combattuto per il titolo erano sul 10 a 10. Poi dai 5 minuti in poi è iniziato un vero e proprio show di Verri che ha aperto il break che sostenuto dalle triple di Zampolli e Andrea Negri – mvp del torneo – ha permesso di volare fino al 19-11. Il quartetto campione nell’Open maschile ha anche guadagnato il pass per la tappa di Losanna del World Tour.

fip_street

Per la femminile invece le nazionali non hanno avuto la meglio. Racconta al FIP:

Tra le donne è stata l’Mvp Rae D’Alie la mattatrice del torneo. Già Azzurra del 5×5 nel 2012, i suoi cambi di ritmo hanno fatto impazzire le avversarie. Neanche le “nazionali” Alessandra Visconti, Federica Tognalini, Alice Quarta e Marcella Filippi sono riuscite a far valere la loro maggior esperienza nello Streetball e si sono dovute arrendere. Al fianco di D’Alie le ottime Martina Capoferri, Federica Milani e Giulia Rulli.

Interessanti anche i contest che si sono tenuti nel fine settimana: una gara di schiacciate nella quale si è imposto Marco “MrJump” Favretto, che quindi indosserà la maglia dell’Italia ai prossimi Mondiali come miglior Dunker. Sabato sera è stato Justin “JustFly” Darlington a infiammare il lungomare di Riccione con una serie di schiacciate incredibili. In giuria, tra gli altri, Alessandro Abbio, Awudu Abass e Gianmarco Tamberi, che di fatto ha seguito tutte le Finals.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>