Streetball Finals di Riccione, com’è andata?

di Marco Cesto 0

L’epilogo della giornata conclusiva delle Finals di Riccione della manifestazione organizzata da FISB e FIP è questa: hanno vinto il Team Cobram e l’Atletico Stocastico laureandosi campioni italiani 2016 3×3 dello Streetball Italian Tour.

Lo “scudetto” maschile è andato agli attuali titolari della Nazionale italiana 3×3, ovvero Claudio Negri, Andrea Negri, Gionata Zampolli, Damiano Verri, vincitori per 21-13 contro i Kopt Bergamo. La cronaca offerta dalla FIP spiega che nella prima metà della gara c’è stato un testa a testa, tant’è che le due squadre che hanno combattuto per il titolo erano sul 10 a 10. Poi dai 5 minuti in poi è iniziato un vero e proprio show di Verri che ha aperto il break che sostenuto dalle triple di Zampolli e Andrea Negri – mvp del torneo – ha permesso di volare fino al 19-11. Il quartetto campione nell’Open maschile ha anche guadagnato il pass per la tappa di Losanna del World Tour.

Per la femminile invece le nazionali non hanno avuto la meglio. Racconta al FIP:

Tra le donne è stata l’Mvp Rae D’Alie la mattatrice del torneo. Già Azzurra del 5×5 nel 2012, i suoi cambi di ritmo hanno fatto impazzire le avversarie. Neanche le “nazionali” Alessandra Visconti, Federica Tognalini, Alice Quarta e Marcella Filippi sono riuscite a far valere la loro maggior esperienza nello Streetball e si sono dovute arrendere. Al fianco di D’Alie le ottime Martina Capoferri, Federica Milani e Giulia Rulli.

Interessanti anche i contest che si sono tenuti nel fine settimana: una gara di schiacciate nella quale si è imposto Marco “MrJump” Favretto, che quindi indosserà la maglia dell’Italia ai prossimi Mondiali come miglior Dunker. Sabato sera è stato Justin “JustFly” Darlington a infiammare il lungomare di Riccione con una serie di schiacciate incredibili. In giuria, tra gli altri, Alessandro Abbio, Awudu Abass e Gianmarco Tamberi, che di fatto ha seguito tutte le Finals.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>