I grandi del basket: Julius Erving

di Gioia Bò 1

 Nella parata di stelle del basket americano non poteva certo mancare Julius Erving, uno dei più forti schiacciatori che abbiano mai calcato i parquet americani.

Era la fine degli anni sessanta quando il giovane Erving si metteva in mostra al liceo ed alla University of Massachusetts, attirando l’attenzione dei grandi club per via di quel modo di giocare così “moderno”. Nella NCAA riuscì a realizzare una media di 20 punti e 20 rimbalzi a partita e tutti immaginavano per lui un radioso futuro nell’NBA.

Julius invece firmò per la ABA (American Basketball Association), dove difese i colori della Virginia Squires e dei New York Nets, confermandosi il miglior giocatore della lega. L’occasione di giocare in NBA arrivò solo nel 1976, quando Julius Erving, per tutti Dottor J, arrivò a vestire la canotta dei Philadelphia 76ers.

A Philadelphia Dr J divenne in breve il giocatore simbolo e sebbene la squadra non fosse costruita per accaparrarsi il titolo, il numero 6 riuscì a trascinarla alla vittoria dell’anello nel 1983. Due anni prima l’ala piccola di Philadelphia era riuscito a portare a casa il titolo di NBA MVP Award, risultando in assoluto il miglior giocatore della lega professionista.

Nonostante i pochi anni passati a calcare i parquet dell’NBA, le sue medie furono sempre alte (22 punti a partita, 6,7 rimbalzi, 3,9 assist, 1,8 recuperi ed 1,5 stoppate). Al momento del ritiro (1987) Julius Erving era il secondo marcatore di sempre con 30026 punti realizzati in carriera. Ancora numeri: è stato inserito per ben cinque volte nel miglior quintetto dell’anno, è stato convocato per 11 volte nell’All Star Game, risultando l’MVP in due occasioni (’76-’77 e ’82-’83).

Da citare una nota relativa alla sua vita privata: Julius Erving è il padre della tennista Alexandra Stevenson, nata da una relazione extraconiugale e cresciuta lontano dal padre. Solo negli ultimi anni i due hanno ricucito i rapporti, suscitando non poche attenzioni da parte dei media.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>