I grandi del basket, Glen Rice

di Gioia Bò 2

Molte canotte indossate in carriera, pochi titoli vinti, ma la consapevolezza di essere uno dei più grandi cestisti cresciuti sui parquet americani. Lui è Glen Rice, cresciuto a pane e pallone a spicchi nella University of Michigan, dove polverizzò un record dopo l’altro, portando il college alla vittoria nella Final Four del 1989.

Ottima capacità realizzativa sia da sotto che da lontano, tanto che nei quattro anni di college riuscì a mettere a segno la bellezza di 2442 punti. Nessuno come lui prima di allora, nessuno come lui negli anni seguenti, tanto che ancora oggi l’istituto sta cercando il suo erede.

Numeri che fanno impressione e che non potevavo non attirare l’attenzione delle franchigie dell’NBA, prima fra tutte Miami Heat, che scelse di puntare sulle sue prestazione alla fine degli anni ottanta. I Miami in quegli anni non rappresentavano il meglio del basket a stelle e strisce e Rice risentì della mancanza di esperienza della squadra. Nonostante ciò, le sue prestazioni furono sempre al top, specie nell’ultima stagione, quando riuscì a mettere a segno ben 56 punti in un solo incontro, con sette triple su otto infilate nel cesto.


Terminata l’avventura a Miami, Glen Rice si trasferì a Charlotte, dove continuò a mettere sul parquet le sue ottime capacità realizzative, pur ottenendo pochi risultati a livello di squadra. le soddisfazioni maggiori arrivarono nel corso dell’All Star Game del 1997, quando venne eletto MVP della serata grazie ai 24 punti segnati nel secondo tempo.

Per ottenere qualche successo con la maglia di club Rice dovette trasferirsi a Los Angeles, sponda Lakers, dove lo attendeva il duo delle meraviglie O’ NealBryant. Dopo una stagione non all’altezza delle aspettative, i gialloviola riuscirono finalmente a conquistare il titolo NBA, con Rice che si mise in mostra come terzo marcatore della squadra, alle spalle dei due mostri sacri dei Lakers.  Seguirono stagioni meno esaltanti con le canotte dei New York Knicks, degli Houston Rockets e dei Clippers, fino al ritiro nel 2004.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>