Pietro Aradori batte Sua Altezza Navarro

di Charlie Commenta

  • Il Barcellona perde l’imbattibilità a Siena sotto i colpi di Pietro Aradori mentre Rakocevic da play trova se stesso. Brutta sconfitta di Cantù ad Atene. Si va all’ultimo turno con 5 posti ancora da assegnare, l’Armani deve vincere a Belgrado di 5 punti

Di Enrico Campana

  • Ancora 5 posti liberi per le Top 16, decide l’ultimo turno (21-22 dicembre) mentre hanno già in tasca il pass per i 4 gironcini dalle quali usciranno le 8 dei playoff le spagnole Barcellona, Real Madrid e Unicaja, le italiane Mps Siena e Bennet Cantù, le turche Efes e Galatasaray, le russe Cska e Unics Kazan più i greci del Panathinaikos campioni d’Europa e gli israeliani del Maccabi vicecampioni d’Europa.
  • Tutto già deciso nel girone D, il più facile, con la gran  rimonta di Siena  (sotto di 15 punti dopo 3 tempi) che ha tolto l’imbattibilità al Barcellona e la promozione  del Galatasaray arrivata dalle qualificazioni. Ancora un posto nel Girone B, quello dominato dal Cska, 9 vittorie su 9 per lo squadrone moscovita al quale si è aggiunto lo zar del basket  Kirilenko:  partito malissimo e cambiato allenatore (Trifunovic per Ilias Zouros CT greco) lo Zalgiris ha ribattuto  questa settimana i tedeschi anche  in trasferta e passerà battendo Zagabria in casa.
  • Milano sta cambiando identità, partito Gallinari arriva da Treviso Alessandro Gentile e  vincendo di 5 punti  a Belgrado col Partizan riscatterebbe le troppe delusioni, perché 2 vittorie contro i belgi e quella iniziale col Maccabi  non sono una risposta sufficiente  all’enorme responsabilità di un mercato ambizioso e costoso.

  • Nel Girone A, quello che si potrebbe definire pazzo, 4 squadre sono alla pari ma l’unica già qualificata (grazie al tiro da 3 di Bilbao di Gianluca Basile dello scorso turno) è la Bennet Cantù che  chiude col Fenerbahce rischiando anche con un successo di scivolare al 3° posto se  vincono  il Caja Laboral vince il derby e l’Olimpiacos a Nancy.
  • Cantù con Andrea Cinciarini (1/5, 0/1, zero assist) e Georgi Shermandini (1/5) sotto standard ha subito troppo (25 punti di scarto) l’Olympiacos con il solito Spanoulis superbo e il ritorno del figlio prodigo Printezis, ala tuttofare, dopo due stagioni a Malaga.  Squadra giovane e in crescita quella di Dusan Ivkovic, l’allenatore giusto con le squadre da forgiare, meno con quelle con troppi divi.
  • Serata di gloria per Siena contro il Barcellona che ha lasciato in Toscana l’imbattibilità con “sua altezza” Juan Carlos Navarro (8 punti, 1/6, 1/4 da 3, 1 rimbalzi, 3 assist)  surclassato da Pietro Aradori, il vero eroe della partita (5/8, 1/3, 7/8 liberi, 4 rimbalzi, 3 in attacco, 23 di valutazione in 22 minuti). Forse il nostro Navarro in proiezione futura.
  • La squadra senese sta velocemente tentando di cambiare pelle dopo gli infortuni di Lavrinovic e Kaukenas, ai quali s’è aggiunto quello di McCalebb,  fatto quest’ultimo  paradossalmente utile  per creare spazi di gioco ai colleghi, e quindi  ecco  il recupero di Zisis (3 bombe importanti) e l’innesto accelerato di Igor Rakocevic che schierato contro gli spagnoli  nel ruolo naturale di play ha costruito gioco e segnato punti decisivi. Non c’è stata  invece  traccia di Bootsy Thornton, al suo terzo ritorno a Siena, con -5 di valutazione, 2 tiri sbagliati, 2 falli 1 palla persa in 6’44” ma anche di capitan Stonerook uscito dal quintetto iniziale,  con 5 falli e nessun punto in 14 minuti.
  • Siena chiuderà al 2° posto, ultimo impegno in Polonia contro un Prokom  in rimessaggio che ha segnato solo 41 punti a Kazan. Difficile credere che a 120 anni dalla nascita del basket l’elite europea offra simili spettacoli e possa permettersi questi lussi, perché il grande basket ti arriva facilmente in casa col pc e la Tv.  Guai se non ci fossa stata quest’anno la ventata di novità arrivata grazie al lock-out della NBA, questa Euroleague presenta purtroppo troppe squadre-materasso, si sta avvitando su se stessa, con  i soliti nomi di giro, minestre riscaldate. Forse dovrebbe pensare a una nuova formula, con licenze più elastiche, chiaramente i migliori vanno in America. L’Europa del calcio richiama i migliori, quella del basket, gratta il barile, difficile trovare sotto i 25 anni 3-4  nomi importanti.

La situazione dopo 9 turni

  • Girone A: Caja Laboral-Nancy 90-55 (7943 Iradier Arena Bilbao, 22 Teletovic, 15 Gregory),  Fenerbahce-Bilbao 70-80 (11280 Sinan Erdem Arena, 19 Prelzdic, 16 Fischer), Olympiacos-Cantù  86-61 (4000 Pireo, 22 Spanoulis, 17 Micov. Classifica:  5/4 Caja Laboral, Olympiacos, Ulker Fenerbahce, Bennet Cantù ;  3/4  Bilbao,  3/6  Nancy.  Ultimo turno:  22 dic., ore 20: Bilbao-Caja Laboral, Nancy-Olympiacos, Bennet-Fenerbahce.
  • Girone B: Cska-Panathinaikos 91-75 (5000 Universal Hall Mosca, 17 Krstic, 17 Vougioukas ), Zagabria-Unicaja 67-82 (3000 Zagreb Arena, 16 Simon, 17 Freeland), Brose-Zalgiris  68-82 (6880 Stechert Arena, 16 Suput,  14 Weems, 14 Kalnietis).  Classifica: 9/0 Cska Mosca, 6/3, Panathinaikos Atene, 4/5 Unicaja Malaga, 3/6  Zalgiris Kaunas, Brose Bamberg,  2/7 Zagabria . Ultimo turno:  21 dic, ore 20: Panathinaikos-Brose, Unicaja-Cska, Zalgiris-Zagabria.
  • Girone C: Armani-Spirou 88-53 (3000 Mediolanumforum, 17 Radosevic, 12 Welsch, 12 Riddick),  Real Madrid-Partizan 101-83 (6273 Caja Magica, 22 Carroll, 16 Macvan),  Maccabi-Efes 96-57 (11060 Nokia Arena, 18 Blu, 12 Vujacic).Classifica: 7/2 Real Madrid, 6/3  Maccabi Tel Aviv,  5/4 Efes Istanbul, 4/5  Partizan Belgrado, 3/6  Armani Milano, 2/7  Spirou Charleroi. Ultimo turno:  22 dic. 20.45: Efes-Real Madrid, Partizan-Armani, Spirou-Maccabi.
  • Girone D: Galatasaray-Olympia 80-59 (5890  Abdi Ipecki Istanbul, 16 Lakovic, 21 Thompson), Unics-Prokom 68-41 (4000 Sport Hall, 18 Domercant, 10 Blassingame), Mps Siena-Barcellona 77-74 (4852 Palaestra, 21 Rakocevic, 22 E.Lorbek).Classifica: 8/1  Regal Barcellona, 7/2 Mps Siena, 6/3  Unics Kazan, 4/5 Galatasaray, 1/8 Asseco Prokom, 2/7 Olimpia Lubiana. Ultimo  turno: 21 dic., ore 20.45 Barcellona-Galatasaray, Prokom-Mps Siena, Olimpia-Unics.

I Top della giornata

  • Valutazione:  31 N.Krstic, Srb/Cska. Classifica: 29, 4 A.Kirilenko, Rus/Cska High: 39 A.Kirilenko (Cska-Unicaja 5.a g).
  • Marcatori:  22  M.Teletovic, Bih/Cja Laboral, J.Carroll, Usa/Real Madrid, V.Spanoulis, Olympiacos, E.Lorber, Slo/Barcellona). Classifica:  22,88 Teletovic, (4°, 17,8  B.McCalebb, Mps) High:  32 M.Teletovic, 8° g. Olyampiacos-Caja Laboral.
  • Rimbalzi:  14 P.Jankunas, Zalgiris. Classifica: 9 A.Kirilenko, Cska High: 21 D.Motejunas, Lit/Prokom, 8a g. Prokom-Olimpia Lubiana.
  • Assist: 10 M.Teodosic, Srb/Cska (4°,  7 O.Cook, Usa/Armani)  Classifica: 6  S.Rodriguez, Sp/Real Madrid. High: 15 J.Linehan/Usa, Nancy  (3.a g Fenerbahce-Nancy).
  • Nota: fra parentesi il miglior giocatore delle squadre italiane fra I Top5

Quintetto ideale

  • M.Teodosic (Cska), P.Aradori (Mps), V.Spanoulis (Olympiacos), N.Krstic (Cska), L.Eliyau (Maccabi)

Most Valuable Player

  • Il croato Marko Popovic (Zalgiris) è l’uomo delle grandi giornate, i suoi canestri firmano il successo  in Germania che lancia i lituani verso le Top 16.

La sorpresa

  • La rimonta di Siena che  con una squadra rivoluzionata per gli infortuni e vulnerabile sotto canestro toglie l’imbattibilità al Barcellona: grandissimo carattere.

La delusione

  • L’Efes crolla a Tel Avis (39 punti di scarto), senza Ilyasova tornato nella NBA  qual è il suo futuro?

[email protected]
Riproduzione riservata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>