Bologna da playoff grazie a Ray

di Marco Cesto 0

Allan Ray era un po’ di tempo che non si sentiva e non si vedeva in giro ma adesso potrebbe essere etichettato come il miglior ritorno dell’anno nella  massima serie italiana. Ha trent’anni, arriva dal Brox e sta disputando quella che tutti gli esperti descrivono come la migliore stagione della sa vita. 

La Virtus che lo accoglie nella sua rosa, era partita quest’anno con l’obiettivo di salvarsi e invece adesso ci è mancato poco che non partecipasse alla Final Eight. Per il momento è nel gruppo delle ottave e non si sa mai che la situazioni non migliori proprio grazie ad Allan Ray che rispetto alla sua prestazione dice:

Sono maturato rispetto a 5-6 anni fa. Prima mi facevo condizionare da quanto mi accadeva attorno, ora non più. Siamo una squadra giovane, ogni allenamento è come una partita di campionato e in questo modo ci siamo resi conto di essere migliori di quanto pensassimo. Il prossimo mese ci dirà se possiamo davvero pensare ai playoff.

Molto del successo in campo e fuori dal campo di Ray si deve alla sintonia con l’allenatore Valli. Una combinazione che va avanti da parecchi anni. Allo stesso modo da neopromossa arrivò a sfiorare i playoff anche la Carife di Valli quando Ray dalla Roma lo raggiunse a metà del campionato, ormai più di 5 anni fa.

E poi il bello di questo giocatore è tutto nella sua storia, nella sua carriera difficile, tutta in salita, a partire dal Villanova con cui disputò 4 stagioni da incorniciare, per poi essere messo sotto contratto dai Celtics, per poi arrivare a Roma, cambiando ogni cosa:

Fu uno choc culturale, tutto un altro mondo rispetto a quello a cui ero abituato, è stato difficile adattarsi. Non farò mai più una scelta solo per i soldi, qualche volta mi fermo a pensare cosa sarebbe successo se fossi rimasto in Nba, però non si può vivere di rimpianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>