Basket mercato: Gutierrez lascia Trento, Torino ha pronti altri botti!

di Gtuzzi Commenta

Sassari mercato David Lighty

Nonostante ormai i raduni di tutte le più importanti squadre di Serie A siano iniziati, è ancora tempo di mercato. Anche a Trento la situazione è sempre in divenire, con l’addio ad uno dei giocatori più talentuosi, ma anche molto incostanti dell’ultima stagione. Infatti, ha lasciato la Dolomiti Energia Jorge Gutierrez. Il playmaker messicano ha salutato la squadra trentina, dopo aver raggiunto le finali, perse poi dopo una lunga battaglia, contro Milano.

Basket mercato: Trento dice addio a Gutierrez

Una stagione per dirsi addio. È un po’ la storia Jorge Gutierrez e di Trento. Un’annata per prendere le misure al campionato italiano e rendersi conto che, probabilmente, non era quello in cui poter esprimere il proprio talento da playground e giocare più a briglie scelto che un basket ragionato e controllato. Il play di origini messicane ha firmato con il Gipuzkoa Basket. Si tratta di una squadra spagnola, che affronterà Barcellona e Real Madrid nella prossima stagione in ACB. Gutierrez a Trento ha giocato 36 partite, con molti alti e bassi. Le statistiche parlano di 7,9 punti di media a partita, conditi da 2,4 assist, con il 42,2% da due e una percentuale notevolmente peggiore dall’arco dei tre punti (28,6%).

Torino ha preso Jamil Wilson

A Torino, invece, c’è sempre un problema di americana. Il mancato arrivo di Royce White ha di fatto aperto le porte per un altro tassello. Di conseguenza, la dirigenza piemontese ha rivolto le proprie attenzioni verso Jamil Wilson. L’annuncio ufficiale è arrivato da poche ore. L’ala piccola, classe 1990, ha siglato un accordo di una stagione, anche se sono previste diverse clausole di uscita. Ad esempio, Wilson potrà decidere di uscire dal contratto in caso di accordo per giocare con un club di Eurolega oppure in caso di chiamata da parte di un team Nba. Wilson non è assolutamente un giocatore sconosciuto al club torinese. Infatti, nel 2016/17 ha già vestito la maglia della Fiat, chiudendo a 13 punti conditi da 5,9 rimbalzi. La scorsa stagione, invece, l’ala piccola di Milwaukee ha visto Wilson partire con la maglia dei Los Angeles Clippers, per poi continuare in G-League. Infine, ha chiuso la stagione nuovamente in Italia, vestendo la maglia della Virtus Bologna, ma solamente per le tre partite conclusive.

Aggiunto anche Duane Wilson?

Non sembra essere finita qui per Torino, dal momento che la Fiat avrebbe in pugno anche Duane Wilson, point guard di 23 anni proveniente da Texas A&M. Tra l’altro, ha un rapporto di parentela stretto con Jamil, che sbarcherà a Torino verso il 10 settembre in seguito alla nascita del figlio. Si tratta proprio di suo cugino. Duane ha disputato l’ultima stagione in NCAA, giocando solamente 22 partite per colpa di un infortunio particolarmente grave che lo ha costretto a guardare poi gran parte della stagione dalla tribuna. Per il momento, però, si attendono novità su quella che sarà la situazione contrattuale dello stesso Duane Wilson e come la Fiat ha intenzione di rivoluzionare il roster.

Jeremy Chappell finisce a Brindisi

Spostando l’attenzione verso l’Happy Casa Brindisi, invece, l’ultimo colpo di mercato, effettivamente, è davvero un gran bel botto. Infatti, la squadra pugliese si è assicurata le prestazioni di un vero e proprio top player come Jeremy Chappell, protagonista di una grande stagione a Cantù l’anno passato. Il giocatore, nato a Cincinnati, sta ormai per chiudere l’intesa con l’Happy Casa Brindisi e nel corso delle prossime ore verrà divulgato anche l’annuncio ufficiale. Durante l’ultima stagione, i numeri di Jeremy Chappell sono stati decisamente importanti, visto che ha chiuso con 11,5 punti e 4,5 rimbalzi di media. Protagonista di una stagione memorabile per la Pallacanestro Cantù, guidata in panchina da Sodini. La squadra lombarda, infatti, ha sfiorato una storica vittoria della Coppa Italia, riuscendo anche a qualificarsi per i playoff. Purtroppo per Cantù, l’avversario che si è trovato subito di fronte è stato il peggiore, ovvero l’EA7 Milano, che ha poi vinto lo scudetto, battendo in finale Trento.

Nel caso in cui siate dei veri e propri fanatici della pallacanestro e abbiate già dato un’occhiata alla formazione dei roster delle varie società di serie A, allora potreste azzardare anche qualche scommessa su chi vincerà il prossimo campionato. Le scommesse su NetBet, ad esempio, mettono a disposizione dei giocatori delle quote veramente molto interessanti. Occasioni che proprio non si possono lasciare per strada e chissà che questo non possa essere l’anno giusto per Torino, sotto la guida di coach Larry Brown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>