Le pagelle dell’EA7 Milano campione d’Italia

di Francesco Commenta

gentile

Una battaglia lunga sette gare ha permesso all’EA7 Milano di tornare a essere campione d’Italia dopo diciotto anni. Una finale che è arrivata all’ultima partita contro una grande Montepaschi Siena e che alla fine ha rispettato il pronostico di una Olimpia Milano che seppure ha balbettato nei play off è stata la squadra migliore della stagione. Vediamo chi sono stati i protagonisti di questo successo.

 

Gentile

Il giocatore è cresciuto molto durante la stagione e ha portato da capitano Milano allo scudetto, come era successo l’ultima volta diciotto anni fa al padre. In alcune partite della finale contro la Montepaschi Siena è uscito in modo polemico dal campo, ma nelle partite decisive è stato il migliore e ha trascinato l’Armani Milano al tricolore. Il talento che ha mostrato è un bene prezioso. Il voto è 9

Langford

Una stagione eccezionale e anche nei play off è stato importante. In doppia cifra nelle partite della finale ma anche in quasi tutto il campionato stanno a testimoniare la regolarità del giocatore che è stato decisivo per Milano. In attacco è una fonte importante e anche in difesa si è mostrato migliorato e molto utile per i successi della squadra. Il voto è 9.

Moss

Nella fase finale è stato in calo e anche nella serie finale dei play off ha forse reso meno, ma nel corso del campionato, e in parte anche nei play off, è stato un giocatore fondamentale per diversi aspetti. La difesa sui giocatori avversari con la grinta di cui è dotato e i tiri da tre punti che a volte sono stati molto importanti. Il voto è 8.

Samuels

Una crescita continua e un contributo importante sotto canestro. Nei play off è stato ottimo al rimbalzo e ha partecipato al successo di Milano con un ruolo da protagonista.

Banchi

Il coach di Milano è stato centrale nel tenere unita la squadra e non darsi vinto davanti alle difficoltà riuscendo sempre a trovare il modo per arrivare al successo. Ha vinto al primo anno sulla panchina di Milano e non era facile riportare lo scudetto dopo diciotto anni. Il voto è 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>