Le favorite del campionato di serie A di basket

di Marco Cesto Commenta

Oggi inizia il campionato di serie A di basket con un anticipo giocato tra EA7 Armani Milano e Vanoli Cremona. Poi tutte le altre partite si giocano domenica dalle 18.15, tranne il posticipo tra Varese e Cantù che si gioca domenica. Le favorite, il campionato e le nuove regole.

La squadra favorita per la vittoria del campionato di serie A sembra essere Milano che ha già vinto il torneo l’anno scorso dopo una stagione molto combattuta contro la Mens Sana Siena.

Il campionato di serie A si gioca tra 16 squadre che si sfidano in un girone all’italiana con partite di andata e ritorno. Le partite nel nostro campionato durano 40 minuti divisi in 4 tempi. Quando la stagione regolamentare è finita, le 8 migliori squadre del campionato, sono ammesse ai play off ad eliminazione diretta. I quarti di finale si giocano al meglio delle cinque partite. Le semifinali e le finali si giocano al meglio delle sette.

L’ultima qualificata della classifica di serie A, retrocede in serie A2, una nuova serie A2 unificata, mentre fino all’anno scorso era divisa in due categorie. Le prime otto classificate sono ammesse a giocare anche la Final Eight della Coppa Italia in programma a febbraio. L’anno scorso ha vinto il Sassari che poi ha giocato la finale di supercoppa con Milano.

La grande novità è che tra le squadre non ci sarà la Mens Sana Siena per via di un provvedimento del tribunale fallimentare di Siena che ne ha definito il fallimento lo scorso luglio.

Tra le regole, la più rivoluzionaria è quella che prevede l’adozione su tutti i campi dell’instant replay, una moviola immediata che consente all’arbitro di prendere la decisione migliore in situazioni controverse. Tempi interni, falli tecnici e time out saranno gli altri elementi modificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>