Il mercato dell’Euroleague alle ultime battute

di Enrico Campana Commenta

Solo il 50 per cento delle squadre sono già a posto, e fra queste Mps (13 giocatori, nel sito hanno dimenticati  Matt Janning..) e Armani. Ore affannose per i polacchi del Prokom e soprattutto i campioni turchi del Besiktas ai quali mancano ancora ben 4 giocatori

Fra tre settimane a Desio  (25-28 settembre si alza il sipario sull’Euroleague con le qualificazioni a 8 squadre per un posto. Favorite Pall.Cantù, Unics Kazan e Donetsk che proprio in questi giorni ha firmato un contratto di due mesi con Darius Songaila, come richiesto dal nazionale lituano che ha una figlia in America alla quale è attaccatissimo e sta cercando un ingaggio nella NBA.

E’ alla volata finale invece il mercato per le 23 squadre del main draw, solo il 50% è già a posto, e addirittura alcune formazioni che puntano sul turn over hanno ben 14 elementi, come le lituane Zalgiris Kaunas e Lietuvos Rutas Vilnius, Efes Istanbul , le russe Cska e Khimki Lietuvos Rytas. La Momtepaschi Siena  che negli ultimi anni ha teserato anche 15-16 giocatori nel corso di una stagione  presenta 13 giocatori, stranamente però nel  roster non figura l’americano  Matt Janning che peraltro sta giocando ben in Valtellina. Hanno 13 giocatori anche Barcellona, Ulker e i campioni uscenti dell’Olympiacos che hanno confermato tutti quanti, a cominciare dagli americani Dorsey, Hines e Law.

L’Armani ceduto in prestito Radosevic al Lietuvos parte con 12 giocatori, per ora non ci sono novità. E per ora nulla bolle in pentola, forse a Scariolo non piacciono le panchine troppo lunghe e il turn over.

Mancano ancora del 12° giocatore le due tedesche Brose Bamberg e Alba Berlino, le matricole Cedevita Zagabria (Croazia), che ha riportato in Euroleague Bozidar Maljkovic vincitore di 4 trofeo, e Elen Chalon-Sur-Saone (Francia). Le grandi non sono tutte al completo:  cercano col lanternino l’ultimo tassello il Panathinaikos e anche le tre spagnole Real Madrid, Unicaja che ha ceduto la torre bosniaca Ognjen alla Joventut e il Caja Laboral che ha annunciato 48 ore fa l’ultimo trasferimento, quello di Carlos Cabezas. Non ha invece ancora inserito nel roster  Sario Saric col quale ha stipulato un contratto di 5 anni multi-milionario. Saric finisce l’11 l’impegno con la nazionale e poi volerà a Vitoria, e credo ci sarà l’annuncio.

Dopo aver firmato con la matricola Drew Viney (24, 2,03, uscito dalla Loyola University, l’Asseco Prokom deve riempire ancora  due caselle, mentre sono in ritardo i campioni di Turchia del Besiktas che ingaggiato come coach il turco Erman Kunter, tornato dalla Francia, deve ancora completare la formazione, completamente rifatta, con ben 4 giocatori. E’ scomparso dal roster Allan Iverson, era impossibile che l’artrosi alle ginocchie fosse sparita, e ha firmato quattro perdine importanti come il centro sloveno Gaspar Vidmar (2,10), la torre croata Markota (2,08), ex NBA e impegnato con la nazionale nelle qualificazioni, e gli americani Curtis Jerrells (25,1,81) che giocava a Murcia e Patrick Cristopher (24, 1,94, 12,8 punti, 2,4 rimbalzi) proveniente dallo Cholet, l’ex squadra di Kunter che ha lavorato in Francia per un decennio. Figurava nel roster anche il nazionale polacco Ignierski, ma ha preferito l’Italia.

[email protected]
Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>