Europeo U20 Femminile: l’Italia è campione, battuta la Russia in finale

di Gtuzzi 0

Un’altra grande soddisfazione in un’estate che sta assumendo contorni sempre più dorati. Questa volta sono le azzurrine U20 a regalarci un’altra impresa veramente leggendaria, che rimarrà nella storia della pallacanestro italiana, non solo di quella femminile ovviamente.

Europeo U20 Femminile, che spettacolo questa Italia!

Nell’atto conclusivo della massima manifestazione continentale, l’Italia ha la meglio su un avversario ostico e molto forte come la Russia: una partita al cardiopalma, che si è risolta solamente nei minuti finali, grazie alla prodezza di Costanza Verona, il cui canestro è risultato decisivo ai fini del risultato. Un equilibrio spezzato solamente nell’ultimo minuto: da sottolineare come tra le due squadre non ci sia mai stato un distacco superiore ai quattro punti.

Grandissima la prestazione di Costanza Verona, che oltre al pazzesco canestro decisivo, è stata autrice di una prestazione veramente maiuscola, segnando qualcosa come 25 punti. In realtà, il grandissimo impatto delle azzurre è arrivato direttamente dalla panchina, dove i 13 punti di Orsili sono risultati decisivi. Importante anche l’apporto sotto i tabelloni di Madera, che ha contribuito con altri 15 punti; per la squadra russa, invece, non è bastata la grande prova di Kozhukhar.

Il palpitante finale deciso da Verona

Il primo quarto è stato piuttosto bloccato: probabilmente, entrambe le squadre erano eccessivamente tese e sotto pressione per via della medaglia d’oro in palio. I primi 10’ terminano in parità sul 12-12, mentre nella seconda frazione l’Italia ha diverse difficoltà a tenere il ritmo delle russe: finisce per due volte sotto di quattro punti, ma ha la forza, soprattutto mentale, di non uscire mai dal match e di stare lì, fino a rientrare grazie ai punti di Verona e Madera. La Russia guida di due punti all’intervallo, 34-32, mentre nel terzo quarto le azzurrine operano il sorpasso, ma il terzo fallo di Fassina rischia di essere un bel problema. La Russia, all’inizio dell’ultima frazione, prova nuovamente ad organizzare la fuga e fugge fino sul 52-56 e poi sul 60-63. Ancora una volta l’Italia non si disunisce e rimane attaccata al match con le unghie e con i denti, trovando il canestro del sorpasso nell’ultimo minuto grazie a una prodezza di Verona. La Russia sbaglia la palla del pareggio e il libero di Madera chiude i conti sul 70-67.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>