A1, Teramo – Milano 83-89 dopo un supplementare

di Charlie Commenta

Servono i tempi supplementari, all’Armani Jeans Milano, per dare ragione alla cabala (sei successi su nove in trasferta, diventano sette su dieci) ed espugnare il PalaScapriano e avere la meglio su un Teramo che ha messo spesso e volentieri in difficoltà il quintetto di coach Bucchi. Punto a punto fino all’ultimo quarto, nessuna delle due formazioni in grado di piazzare break importanti e parziali chiusi in sostanziale equilibrio.

Parte meglio la formazione di casa, nelle cui file Hall – il grande ex, il suo score finale è di 23 punti – mostra di avere tutta la voglia di togliersi più di un sassolino dalle scarpe. Di contro, l’Olimpia replica con un grande Mancinelli – 27 punti e parecchia sostanza – che contribuisce a ribaltare il parziale del primo quarto (22-21) e a chiudere la seconda frazione sul +1 per Milano.

La terza parte si tinge di “rosso Armani” solo per un attimo: al 27′ Milano viaggia sul 55-49 ma i padroni di casa riescono a replicare con tempestività e chiudere con un solo punto di svantaggio (59-60). Pare il momento in cui Teramo possa dilagare (75-68 a metà dell’ultimo quarto) ma il ritorno di Milano è dirompente (parecchia esperienza a carico dell’Armani, la stessa che Teramo non ha evidenziato). Il 78-78 su cui si chiudeono i tempi regolamentari sono il preludio ai supplementari: ne occorre uno, giusto il tempo di prendere le misure, piazzare l’affondo e chiudere in retroguardia.

Milano si propone quale anti Siena: per ora bene così ma occorrerà rivedere qualcosa soprattutto dietro, dove in più di una circostanza si sarebbe dovuto chiudere meglio. Buone prove di Hawkins e di Finley. Teramo, dal canto suo, parte col piede giusto: schemi da rodare e maggiore incisività nei momenti decisivi sono uno scotto che una squadra giovane, soprattutto all’inizio, paga. Il prossimo turno, intanto, coincide con l’esordio casalingo di AJ Milano (contro la Benetton Treviso) mentre la Tercas Teramo se la vedrà contro l’Angelico Biella.

TERAMO-MILANO 83-89 d.t.s
TERAMO: Zoroski 15, Ahearn 11, Boscagin 6, Lulli 0, Diener 12, Hall 23, Shaw 0, Polonara 7, Fletcher 9. All. Capobianco.
MILANO: Mancinelli 27, Pecherov 7, Maciulis 8, Mordente 2, Finley 10, Jaaber 3, Rocca 14, Melli ne, Petravicius 4, Ganeto ne, Nardi ne, Hawkins 14. All. Bucchi.
NOTE: parziali: 22-21, 38-39, 59-60, 78-78.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>