Meo Sacchetti licenziato: non è più l’allenatore dell’Italia

di Gtuzzi 0

Arriva come un vero e proprio fulmine a ciel sereno l’annuncio da parte della FIP che Meo Sacchetti non è più l’allenatore della Nazionale. La decisione è stata presa in seguito ad un incontro, andato in scena oggi a Roma, che ha visto protagonisti il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro da una parte e Meo Sacchetti dall’altra.

Ebbene, al termine dell’incontro, ecco la clamorosa separazione, con le strade tra Italia e coach Meo che si dividono in maniera del tutto sorprendente, a tre mesi dagli Europei. A prendere il posto di Sacchetti dovrebbe esserci Gianmarco Pozzecco, che attualmente riveste il ruolo di vice di Ettore Messina a Milano.

Una decisione inaspettata anche per tutti gli addetti ai lavori. Si vocifera che alla base della risoluzione consensuale dell’ex tecnico di Sassari ci sia una discordanza in merito alle convocazioni per i prossimi Europei. Sta di fatto che a Sacchetti è stato in men che non si dica il benservito. Stringato anche il comunicato della Fip, che augura a Sacchetti i migliori auguri per il prosieguo della carriera. Meo era in carica da settembre del 2017 e ha guidato per 50 volte gli azzurri dalla panchina, riportandola al Mondiale, così come a partecipare alle Olimpiadi, due vere e proprie imprese.

Con ogni probabilità, come detto in precedenza, il posto lasciato vacante dall’addio di Meo Sacchetti, sarà preso da Gianmarco Pozzecco. Si tratta, per la Mosca atomica, della prima esperienza sulla panchina di una nazionale. Dopo diverse annate alla guida di club, è adesso giunto il momento per fare un ulteriore passo in avanti.

Al momento, Pozzecco sta svolgendo il ruolo di vice allenatore di Ettore Messina in quel di Milano. In ogni caso, il Poz era già finito nel giro dei tecnici azzurri. Per il momento, si tratta di un nome e di una notizia che Petrucci non ha voluto commentare in alcun modo, ma in ogni caso pare proprio che sia una certezza.

Il motivo della rottura nel rapporto con Meo Sacchetti? Secondo il presidente federale Petrucci, il rapporto tra i due si era indebolito e ormai esaurito nel corso delle ultime settimane, portando ad una scelta simile.

In ogni caso, l’Italia esordirà ai prossimi Europei 2022 che si svolgeranno a Milano il 2 settembre. Sarà la volta, in quel caso, di affrontare l’Estonia, mentre la seconda gara si svolgerà il giorno dopo contro la Grecia. Il 5 settembre arriverà la sfida con l’Ucraina, per poi passare rispettivamente a Croazia e Gran Bretagna il 6 e 8 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>