Menetti, la scelta di salutare Reggio Emilia e sbarcare a Treviso

di Gtuzzi Commenta

menetti

Alla fine dell’esperienza con Reggio Emilia in tanti si sono disperati alla notizia che Max Menetti dovesse salutare la squadra che ha portato in finale. Da qui la sua scelta di dare una svolta alla sua carriera e scendere in A2. Per cosa? Per un progetto davvero molto importante e serio, che prevede di riportare Treviso ai livelli che le competono.

Menetti e i successi con Reggio Emilia

Sono state otto le stagioni ricche di successi e grandi soddisfazioni in quel di Reggio Emilia, ma adesso Max Menetti è particolarmente felice di aver scelto Treviso. E si appresta a breve a vivere la sua prima avventura sul campo, visto che venerdì sera partirà la Supercoppa Italiana A2 a Bologna, in cui saranno protagoniste Tortona, i padroni di casa della Fortitudo, Casale Monferrato e proprio Treviso.

La costruzione della squadra a Treviso

Menetti ha puntato forte su Treviso in estate perché, fin dal primo momento, ha creduto che quello fosse il posto giusto per ripartire, anche a livello dirigenziale. Inoltre, ha parlato anche della squadra che ha costruito quest’anno insieme alla società. Ha voluto mettere in evidenza come l’obiettivo non è solo quello di pensare al presente, ma anche al futuro, in modo del tutto indipendente rispetto a quella che sarà la serie che verrà affrontata nel corso dei prossimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>