Reggio Emilia-Avellino, è la finale della serie A maschile

di Marco Cesto 0

Tutti parlano di Reggio Show e del modo grintoso con qui questa squadra ha saputo conquistarsi un posto nella finale di Serie A che dovrà disputare contro l’Avellino. 

Reggio Emilia gioca e gioca bene, vincendo 99-85 e riscattando l’andazzo dello scorso anno, quando perse per pochissimo la finale-scudetto. Per quanto riguarda i protagonisti e le statistiche della partita, ci affidiamo al resoconto accorato e puntuale della redazione del Corriere dello Sport:

La squadra di Menetti supera il 60% da due e il 50% da tre, con gli azzurri grandi protagonisti: De Nicolao e Aradori firmano 19 punti, Della Valle 13, Polonara (espulso nel finale per uno screzio con Alexander) arriva ad un assist dalla tripla doppia. Il match è subito deciso dalla vena di Reggio Emilia, con Aradori, De Nicolao e Polonara che firmano il 16-29 del 9′. Gli ospiti segnano otto dei primi dieci tiri del secondo quarto e volano sul 32-54, con 12 a testa di Aradori e De Nicolao. Sassari cerca la reazione dopo l’intervallo con Logan (16), ma è spenta dalle triple di Della Valle. Varnado (14) firma il -12 (70-82) ma è un altro canestro pesante, di Polonara, a stoppare la rimonta e a mandare in archivio l’annata tormentata di Sassari.

Intanto su un altro campo, quello di Pistoia, la Sidigas vince 92-90 al supplementare grazie al canestro di James Nunnally (17) a meno di un secondo dalla fine dell’overtime. Un déjà vu, visto che il numero dell’MVP stagionale replica il canestro del pari di Cervi (15) allo scadere del 40′, ma anche un ottimo spunto atletico che contribuisce alla promozione dell’Avellino, che torna in semifinale a otto anni dalla prima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>