L’Armani a Belgrado cala il Jolly Gentile?

di Redazione 1

Di Enrico Campana

Milano torna in gioco col ko del Partizan, deve vincere di 5 punti giovedì 22 a Belgrado e presenterà il martello della Benetton che trascinata da Andrea De Nicolao si è qualificata per le Top 16 di Eurocup. Qualificate anche Unicaja Malaga e Galatasaray. Niente europei 2015 in Italia.

  • Il verdetto più importante degli anticipi  della 9° giornata riguarda la sconfitta del Partizan   a Madrid che consente all’Armani di giocarsi il posto nelle  Top 16 la settimana prossima, per rimediare in extremis la disgraziata gara d’andata quando avanti di 21 punti perse 65-69.
  • Se dalla partenza per la NBA di Nikola Pekovic, il miglior centro europeo, il Partizan non ha più vinto fallendo l’opportunità di chiudere la partita in Belgio, l’Armani a sua volta  senza Gallinari ha giocato la sua miglior gara di Euroleague, come dimostrano i 35 punti di scarto, la cifra di gioco (116 di valutazione contro i 29 dei rassegnati belgi dello Spirou), i 25 assist, il top della giornata grazie ai 3 piccoli (7 Cook,  6 Nicholas e Giachetti) e l’apporto della panchina, con 17 punti del croato Radosevic miglior marcatore fra i 12 messi in campo da Sergio Scariolo.
  • Ironia della sorte, l’attaccante più continuo dell’Armani, Stefano Mancinelli, non ha segnato un sol punto nei 20 minuti giocati, e il “blocco” ha fatto subito pensare all’effetto dell’ingaggio di un altro mancino eccellente, Alessandro Gentile, che verrà annunciato dopo  la qualificazione della Benetton fra le Top 16 di Eurocup. Per cui Gentile jr, sulle orme del padre al quale è legato l’ultimo scudetto di Milano, sarà il jolly dell’Armani nella gara più attesa di giovedì prossimo, quella di Belgrado dove i milanesi dovranno giocare 40 minuti perfetti  perché la vittoria non basta,  e bisogna vincere di almeno 5 punti.

  • Il Real Madrid veleggia, almeno in Euroleague perché in campionato ha perso nell’ultimo turno il derby con l’Estudiantes.  Partiti Rudy Fernandez e Ibaka per la NBA   in coppa ha presentato  con successo (8 punti, come starter )  Kyle Singler, uno dei migliori prospetti americani (vincitore del titolo NCAA e MVP con Duke) che non ha convinto la squadra che l’ha scelto nei draft  e cominciato la stagione in Spagna (Alicante). Il gioco in velocità di Pablo Laso è un invito a nozze per Nikola Mirotic, il montenegrino naturalizzato, 21 punti, 10/10 ai liberi, 89 rimbalzi, 31 di valutazione, e Jaycee Carroll (ex Teramo), mentre Sergio Rodriguez continua a essere un’assist-machine nella giornata in cui  il serbo Milos  Teodosic ne ha messi a segno ben 10, contro il Panathinaikos spazzato via dal Cska prima formazione  ad aver raggiunto le 9 vittorie e irresistibile anche senza Andrei Kirilenko che tornerà in campo a gennaio per la lussazione alla spalla.
  • Vittoria netta dei moscoviti con Gordon e Teodosic insieme nel primo quintetto, e poi capaci di allungare quando al loro posto è entrato il talentuoso Shved, unico russo geniale e mani di velluto. Nulla da fare per il Panathinaikos, 16 punti di passivo, 0-2 nel doppio confronto con una bella prova di Vougiukas, il centro (2,11, 26 anni) che ha studiato a San Louis e giocato nell’Olimpiacos: 17 punti, 9/13 ai liberi, suo record personale nella valutazione. La squadra di Obradovic, questa stagione  in versione austerity,  ha avuto alti e bassi, non sempre Diamantidis fa i miracoli, ma fa leva sulle rotazioni di 10-11 giocatori e nei match testa a testa resta sempre pericolosa. Ma non è scontato che arrivi alle Final Four.
  • Hanno staccato il visto anche l’Unicaja Malaga di Earl The Pearl, e cioè Rowland, ex Cremona, che ha vinto di 15 a Zagabria e messo fuori i croati, e il Galatasaray  di coach Oktay Mahmuti, ex Benetton. Col +21 con l’Olimpia Lubiana la terza squadra di Istanbul  raggiunge per la prima volta questo traguardo partendo dalle qualificazioni.
  • Con 18 gare ancora da giocare fra questo giovedì e il turno del 21 e 22 dicembre  sono 11 su 16  le qualificate con 6 partite. E precisamente 3 spagnole (Real Madrid, Barcellona e Unicaja), 2 italiane (Mps Siena e Bennet Cantù), 2 russe (Cska e Unics Kazan), 2 turche (Efes e Galatasaray) e 1 greca (Panathinaikos) e 1 israeliana (Maccabi). L’innesto di Kenny Gregory (ex Pavia) dopo la partenza di Batum non è stato sufficiente a Nancy, Shuler è stato una palla al piede (-7, 0 punti, 0/5 al tiro e 6 perse): la  brutta sconfitta in trasferta col Caja Laboral, trascinato da Mirza Teletovic, il top scorer dell’Euroleague (che viaggia a 22 di media) costa l’eliminazione, mentre si giocano gli altri 3 posti del Girone A Olimpiacos, Fenerbahce, Bilbao e anche lo stesso Caja Laboral che per conquistare il primato deve battere nel derby (e quindi eliminare) i cugini del Bilbao che hanno vinto l’andata.
  • Per Cantù, la squadra più alta in classifica (ma il miglior record è di Siena con 2 sconfitte), arrivare al 1° posto significa essere testa di serie in uno dei 4 gironi, vantaggio non indifferente per raggiungere i playoff. Ricapitolando: nel girone A sicura Cantù che per il 1° posto deve battere in casa il Fenerbahce campione di Turchia e guardare anche al goal-average a pari punti, Bilbao è la più indiziata per la seconda eliminazione. Un posto da assegnare nel Girone B fra Brose Basket e Zalgiris, risultato che interessa Siena perché in caso di eliminazione Milan Rakovic rientrerebbe dal prestito. Un  posto anche nel Girone C, col Partizan che passa fino a una sconfitta di 3 con l’Armani, mentre già tutto deciso nel Girone D a prescindere da Mps-Barcellona.

 

  • Per il basket italiano arrivano altre due notizie, una brutta  e una bella. La candidatura del consorzio europeo Italia, Francia, Germania,  Croazia per l’organizzazione dell’Europeo 2015 si scioglie con l’accusa di scorrettezza a Fiba Europa perché la spunterà l’Ucraina, ma è una sconfitta della zona euro peraltro già annunciata dalla scelta delle sedi dei campionati continentali giovanili che si giocheranno nel 2012 tutte all’Est, in chiave di promozione e sviluppo. La Benetton che a fine stagione chiude i battenti si è qualificata, questa la bella notizia, per le Top 16 di Eurocup con un successo schiacciante (92-66) contro i tedeschi del Monaco del CT Bauermann: i boy italiani soono stati migliori dei vari Benzing, Jagla, Schwethelm,  Nando Gentile ha salutato i tifosi con una partita importante, ma l’eroe della serata è stato Andrea De Nicolao, il play della Under 21 d’argento in Spagna, con 15 punti, 5 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi, 24 di valutazione. Doppia soddisfazione per Sasha Djordjevic che vedendo nel giovane padovano molte delle qualità di quand’era uno dei grandi play d’Europa ha deciso di affidargli le redini della squadra. E con Gentile e Cuccarolo, la Benetton è l’unica squadra made in Italy, con 3  italiani starter, una scelta che credo non troverà imitatori negli anni della corsa al “passaportato”, una politica costosa in tutti i sensi per la nostra pallacanestro e una delle ragioni della grande instabilità.

La situazione dopo 9 turni

  • Girone A: Caja Laboral-Nancy 90-55 (7943 Iradier Arena Bilbao, 22 Teletovic, 15 Gregory), 15 dic. Fenerbahce-Bilbao (19), Olympiacos-Cantù (20). Classifica:  5/3 Ulker Fenerbahce, Bennet Cantù ; 5/4 Caja Laboral Vitoria,  Olympiacos , 3/5  Bilbao,  3/6  Nancy.  Ultimo turno:  22 dic., ore 20: Bilbao-Caja Laboral, Nancy-Olympiacos, Bennet-Fenerbahce.
  • Girone B: 14 dic. Cska-Panathinaikos 91-75 (5000 Universal Hall Mosca, 17 Krstic, 17 Vougioukas ), Zagabria-Unicaja 67-82 (3000 Zagreb Arena, 16 Simon, 17 Freeland), 15 dic. Brose-Zalgiris (20).  Classifica: 9/0 Cska Mosca, 6/3, Panathinaikos Atene, 4/5 Unicaja Malaga, 3/5  Brose Bamberg,  2/6 Zalgiris Kaunas, 2/7 Zagabria . Ultimo turno:  21 dic, ore 20: Panathinaikos-Brose, Unicaja-Cska, Zalgiris-Zagabria.
  • Girone C: Armani-Spirou 88-53 (3000 Mediolanumforum, 17 Radosevic, 12 Welsch, 12 Riddick),  Real Madrid-Partizan 101-83 (6273 Caja Magica, 22 Carroll, 16 Macvan), 15 dic. Maccabi-Efes (20.45).Classifica: 7/2 Real Madrid, 5/3  Maccabi Tel Aviv, Efes Istanbul, 4/5  Partizan Belgrado, 3/6  Armani Milano,2/7  Spirou Charleroi. Ultimo turno:  22 dic. 20.45: Efes-Real Madrid, Partizan-Armani, Spirou-Maccabi.
  • Girone D: Galatasaray-Olympia 80-59 (5890  Abdi Ipecki Istanbul, 16 Lakovic, 21 Thompson), 15 dic. Unics-Prokom (17), Mps Siena-Barcellona (20.45).Classifica: 8/0  Regal Barcellona, 6/2 Mps Siena, 5/3  Unics Kazan, 4/5 Galatasaray, 1/7 Asseco Prokom, 2/7 Olimpia Lubiana. Ultimo  turno: 21 dic., ore 20.45 Barcellona-Galatasaray, Prokom-Mps Siena, Olimpia-Unics.

[email protected]
Riproduzione riservata

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>