La Nazionale femminile torna a lavoro

di Marco Cesto 0

La Nazionale femminile italiana torna a lavoro in via Sperimentale per dare seguito ad un torneo che si disputerà il 2 giugno e vedrà coinvolte le azzurre in match con le nazionali di Belgio, Australia e Camerun. 

Il comunicato ufficiale della FIP racconta di questo progetto Sperimentale che potrebbe aprire le porte a molte atlete azzurre:

Torna al lavoro la Nazionale Femminile, che in edizione Sperimentale si raduna a Roma dal 22 maggio per preparare il torneo internazionale di Pomezia che dal 2 al 4 giugno la vedrà in campo con Camerun, Belgio e Australia.

Nella prima settimana verranno svolti allenamenti e test atletici e fisici, oltre alle visite mediche: a partire dal 29 maggio il gruppo sarà integrato da diverse atlete che hanno appena finito di disputare la finale scudetto. In Azzurro anche quattro giocatrici che l’ultima stagione l’hanno giocata in un college statunitense, ovvero Allegra Botteghi (Providence), Elisa Penna (Wake Forest), Antonia Peresson (Georgia Tech) e Ashley Ravelli (Robert Morris).

“E’ una Nazionale che definirei Sperimentale con molte virgolette – ha spiegato coach Andrea Capobianco – in realtà si tratta di un gruppo allargato, con tante giocatrici che fanno parte in pianta stabile della Nazionale e altre più giovani, che vorremmo conoscere meglio. Svolgeremo un lavoro diverso rispetto ai raduni tradizionali: la mattina ci concentreremo sui fondamentali individuali finalizzati al miglioramento delle atlete, nel pomeriggio ci confronteremo in campo. La verifica arriverà dal torneo che giocheremo con Camerun, Australia e Belgio, tutti avversari di alto livello. Importante sottolineare che il lavoro tecnico sarà strettamente integrato con la componente fisica e sanitaria. Anche le giocatrici più esperte verranno all’Acqua Acetosa per sottoporsi a un check medico e atletico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>