Olimpia Milano, sfuma il sogno di vincere l’Eurolega: Higgins la manda al tappeto

di Gtuzzi 0

Un vero e proprio sogno, che va in frantumi ad un tiro di schioppo dalla fine. Ci voleva Higgins e quella che si può catalogare come una magia a tutti gli effetti, per spegnere le speranze dell’Olimpia Milano di raggiungere la finale di Eurolega. Un grande rammarico per gli uomini di Ettore Messina, che sono riusciti a giocarsela alla pari con la favoritissima per la vittoria finale, ovvero il Barcellona.

Una partita che rimarrà senz’altro nella storia, ma che non è stata sufficiente per accedere all’atto finale, dove una squadra italiana manca da tantissimo tempo. È il Barcellona a imporsi con il punteggio finale di 85-82 e Milano è relegata ora alla finalina di consolazione, quella per il terzo posto, che disputerà domenica alle ore 17:30 contro l’altra sconfitta in semifinale, ovvero il Cska Mosca, che ha perso al cospetto dei turchi dell’Efes.

In Regular Season il Barcellona ha dato l’impressione di avere tutte le carte in regola per dominare a mani basse il torneo, ma in semifinale ha dovuto soffrire le cosiddette sette camicie pur di avere la meglio di Milano. Le scarpette rosse, infatti, hanno avuto anche il tiro del vantaggio, con Punter, dopo un’azione costruita alla perfezione, ma la sua parabola si è infranta sul ferro e sul ribaltamento di fronte Higgins ha trovato un canestro da applausi con cui ha deciso l’incontro.

Un tiro, nella pallacanestro, fa tutta la differenza di questo mondo. Ti può mandare in Paradiso, come ti può gettare nello sconforto più totale. In fondo, la differenza tra Milano e Barcellona è stata tutta qui. C’è poco da dire o da rimproverare all’Olimpia, splendido specchio del carattere battagliero, fiero e determinato del suo leader, Ettore Messina.

Questa volta, l’Olimpia ha dimostrato alla perfezione come quello debba essere l’ambiente a cui aspirare e quello in cui rimanere anche nelle prossime stagioni. Perché è mancato veramente poco, perché ora si può pensare a vincere davvero l’Eurolega e costruire una squadra ancora più forte per provare a farlo nella prossima annata.

Milano era andata avanti anche di otto punti nell’ultimo quarto, ma Calathes ha guidato la rimonta del Barcellona come un fenomeno e gli ultimi dieci minuti sono stati di un’intensità pazzesca. Un vero e proprio spot per la pallacanestro, un botta e risposta unico, che è stato deciso, come si poteva facilmente intuire, solo da una giocata fenomenale. Complimenti all’Olimpia, che ha dimostrato di meritarsi tutto quello che ha raggiunto fino ad ora e, forse, anche qualcosina di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>