Euroleague: il Barcellona passa, il Panathinaikos rischia

di Redazione 0

Imbattuto dal 15 dicembre quando perse a Siena 74-77 l’unica gara della stagione, dopo il 6-0 nelle Top 16 il Barcellona è il primo a qualificarsi per le Final Four dove affronterà la vincente della serie fra Olympiacos-Monte Paschi che riparte dall’1-1 stasera nel Palazzo della Pace e dell’Amicizia.

Si tratta di un ritorno per il Barcellona che l’anno passato era stato eliminato alla quinta gara dai campioni del Panathinaikos i quali avendo perso le ultime 2 partite col Maccabi nella rivincita della finalissima dell’anno scorso rischiano l’eliminazione in gara4 giovedì.

Il Barcellona gioca ormai come una delle leggendarie squadre di college USA, e la rotazione di tutti i 12  giocatori oltre al solito Navarro in versione match-winner, ha permesso di recuperare 10 punti di ritardo all’intervallo e permettere ai russi solo 22 punti, 11 nel 3° e 11 nel quarto finale. Finisce qui la brillante stagione dell’Unics Kazan al debutto in Euroleague quale vincitrice dell’Eurocup, nella regular season aveva vinto a Siena superando poi anche le Top 16 a spese di Milano. Con le altre debuttanti Bilbao e Galatasaray è anche Cantù è stata una  delle novità delle stagioni, anche se non si tratta di aria fresca dal punto di vista tecnico e dello spettacolo perché si tratta di squadre-mosaico e non espressione di scuola.

Il Regal, vincitore due anni fa dell’Euroleague col 40enne  Xavi Pascual, ha tirato ben 28 volte da 3 e alla fine ha avuto ragione anche senza percentuali alte,  malissimo invece  dentro l’area  (10-31, 31%). L’Unics a sua volta ha accettato il gioco duro, di copertura, vediamo 0/5 di Ingles (-6 di valutazione e zero punti), 0/5 di Pete Michael, il più in forma, 1/6 da 3 (2/10 totale) del suo cecchino, lo sloveno Erazem Lorbek. Le rotazioni vanno dai 30 minuti di Navarro ai 4 di Perovic e Rebraseda, spagnoli leggermete superiori ai rimbalzi (37-35) e negli assist, ma pochi contropiedi, gioco controllato.

La difesa degli spagnoli ha via via mietuto vittime varie, ne hanno fatto le spese Olimpia Lubiana (45) e Prokom (46)  tenute sotto i 50 punti, e non hanno toccato i 60 l’Unics per ben due volte (50 e 56 punti),  Galatasaray (50),  Maccabi (57) e  Zalgiris Kaunas (58).

Il Maccabi battuto nella finale dello scorso anno per l’assenza di Doron Perkins, oggi giocatore canturino, è passato in vantaggio in una gara simile a uno spasmo agonistico, anche per lo stile dei due allenatori Obradovic e Blatt, i migliori d’Europa. A 15” dalla fine Hendrix con un tap in ha dato 3 punti di vantaggio al Maccabi, sostenuto dal suo grande pubblico, poi Nick Calathes ha sbagliato la tripla del pareggio (0/3 dall’arco), il greco della Florida è stato sotto il suo standard in questa serie perdendo nuovamente il duello col giovane coetaneo  Yogen Ohayon che ha confermato la sorprendente gara2 di Atene, con 12 punti(4/9,1/2) più 6 assist e 3 recuperi. Importantissimi i 9 rimbalzi di Devin Smith (ex Treviso), la vitalità atletica di Hendrix 7 rimbalzi e 9 punti), in ombra Langford, decisivi le 4 palle recuperate da Pananikolau, ex Olimpiakos, in soli 6 minuti.

Se si ripeterà ancora, Ohayon, il ragazzo del kibbutz sarà il nuovo eroe nazionale, il nuovo Miki Berkowitz, ma mai dare per finita una squadra di Zelimir Obradovic che se vince riguadagna il fattore-campo per lo spareggio del 4 aprile.

Risultati playoff

Gara1: Panathinaikos-Maccabi 93-73; Barcellona-Unics 78-66; Cska-Bilbao 98-71; Mps Siena-Olympiacos  75-82.
Gara2: Panathinaikos-Maccabi 92-94 ts; Barcellona-Unics 66-63; Cska-Bilbao 79-60; Mps Siena-Olympiacos 81-80.
Gara 3 –
Unics Kazan-Barcellona  56-67 (5000, Sahin 3° arbitro; 19-17,  15-11, 11-18, 11-21; 19 Domercant, 12 Lyday; 21 Navarro, 9 Huertas; MVP 19 Navarro);  Maccabi-Panathinaikos 65-62 (11.060; 1° arbitro Lamonica; 12 Ohayon, 11 D.Smith;13 Batiste, 11 Vougioukas, 10 Diamantidis; MVP 19 Diamantidis).

Programma

Gara 3 – Mercoledì 28 marzo: Bilbao-Cska (ore 19), Olympiacos-Mps(ore 20).
Gara 4
– Giovedì 29 marzo:  Maccabi-Panathinaikos (21); Venerdì 30 marzo: *Bilbao-Cska (20.30), Olympiakos-Mps (20).
Gara 5
– 4-5 aprile sul campo della meglio classificata

*Nota: eventuale, si passa alle semifinali con 3 vittorie

Final Four – Istanbul (Sinan Erdem Arena) 13-15 maggio: Barcellona c. vinc. Mps-Olympiacos, vinc. Cska-Bilbao c. vinc. Panathinaikos-Maccabi. Campione uscente: Panathinaikos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>