Una lettera di capitan Lulli: “Per Teramo un arrivederci, non un addio”

di Redazione 0

Teramo scompare dalla A dei canestri dopo aver sfiorato 3 anni fa di arrivare in finale e aver ottenuto una salvezza eroica, e  Gianluca Lulli, il capitano di lungo corso ha voluto scrive di suo pugno questa toccante lettera che non vuole essere un epitaffio ma un arrivederci:

“In questi giorni,nei quali ho sperato fino all’ultimo in un nuovo miracolo, sono tornato indietro nel tempo con la mia mente per rivivere ancora le emozioni e le sensazioni di giornate uniche, fatte di trionfi e amarezze, gioie e lacrime, impossibili da dimenticare. Momenti indelebili che non si possono cancellare, che ci appartengono.


È molto dura, quindi, accettare in verdetto cosí pesante. La “nostra” Teramo non c’è piu ed è un brutto risveglio che mi porta , peró, a dover ringraziare tutte le persone,e non faró nomi perchè ne sono veramente tante e finirei inevitabilmente per dimenticarne qualcuna, che mi hanno accompagnato in questa splendida avventura durata 11 anni: Presidenti, dirigenti,tutte le persone che hanno lavorato in sede, tutti gli staff tecnici e medici, e tutti i miei compagni di squadra. Ma un GRAZIE dal profondo del mio cuore va a VOI TIFOSI, che mi avete amato, stimato, coccolato, sopportato, e reso un giocatore ed una persona migliore.
Un pezzo del mio cuore sarà per sempre biancorosso; probabilmente continueró a vivere a Teramo perchè io e la mia famiglia sentiamo questa città anche un po’ nostra e,perché ,ho la sensazione che questo non è un addio ma un arrivederci. Per sempre FORZA TERAMO, un grosso abbraccio. Il Capitano#13 Gianluca Lulli “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>