Serie A1, é sempre più la Benetton dei giovani. Teramo per Johnson per 6 settimane. E “Kito” carica Sassari

di Charlie 0

 E’ sempre più “verde” la Benetton Treviso: un roster pieno di giovani di belle speranze, non soltanto nella prima squadra. Il settore giovanile della Benetton ripartirà da Renato Pasquali. E’ stato infatti rinnovato per altri tre anni il rapporto che lega il coach jesolano (trevigiano d’adozione) al club biancoverde. Sarà lui il responsabile tecnico delle giovanili, incarico che ha già ricoperto anche nella passata stagione con la conquista dello scudetto ottenuto dalla formazione regina, la Juniores – Under 19. In questo momento Pasquali è impegnato con la Nazionale canadese, di cui è vice-allenatore, ai campionati americani FIBA che si svolgono in Argentina. “C’è grande soddisfazione da parte nostra per l’accordo – ha dichiarato il responsabile del settore giovanile della Benetton Basket Paolo Pressacco –perché Renato Pasquali darà lustro alle nostre squadre dando un apporto che a livello tecnico è stato e sarà di altissimo livello. Il fatto che stia con noi per 3 anni ci permette di sottolineare anche la continuità dell’impegno della famiglia Benetton nel settore giovanile, in ottica futura”.

TERAMO, TEGOLA JOHNSON – Già dover iniziare il campionato contro il Montepaschi Siena non è una passeggiata. Se poi si é costretti a farlo senza uno dei giocatori americani allora l’impresa appare tecnicamente impossibile. E’ questa la triste sorte toccata alla Tercas Teramo, che ha perso per sei settimane Trey Johnson: la guardia ex Biella si è infatti infortunata in allenamento, e l’ecografia a cui si é sottoposto, ha evidenziato una lesione traumatica al retto femorale destro.

KITO BENSON CARICA SASSARI – Keith “Kito” Benson è stato presentato in settimana nella sede della Dinamo Sassari. «Hi, I’m Kito». Con questo classico saluto si é presentato a stampa e tifosi lo statunitense, fisico agile ma possente, sguardo deciso, braccia rigorosamente tatuate e una gran voglia di scendere subito sul parquet. “Ho accolto con entusiasmo la proposta della Dinamo, mi sento pronto per questa esperienza, la prima fuori dagli Stati Uniti. Voglio imparare ma spero anche di poter dare il mio contributo alla squadra”. Kito” venne scelto al secondo giro del draft NBA da Atlanta: ma il lockout ha aperto anche a Benson gli scenari europei: «Non so cosa succederà in Nba, so solo che si susseguono incontri e riunioni. L’unica cosa che posso dire è che finito il college, attendevo di iniziare con Atlanta. Non pensavo all’Europa né a Sassari, poi lo scenario è cambiato, e io al momento ne sono soddisfatto”. Infine, un messaggio rivolto ai tifosi: “Una promessa ai tifosi? Dico solo che giocherò duro, e che spero di regalare loro applicazione, stoppate e schiacciate che possano aiutare la squadra a raggiungere i suoi obiettivi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>