Pellecchia: “Ho detto no a un milione dell’ad del Montepaschi”

di Redazione 0

Il Centro, quotidiano abruzzese, ha scritto:

Pellecchia – si tratta del presidente della Teramo Basket – ha ammesso di aver incontrato Ferdinando Minucci e tramite e il presidente della Mens Sana l’amministratore delegato del Monte dei Paschi di Siena che ha messo sul piatto un milione di euro”.

Pellecchia ha approfondito questa operazione-shock:

“Sì, sono stato a Siena e, tramite Minucci, ho incontrato il dg del Montepaschi. Erano pronti a finanziarmi per un milione di euro, ma io ho ringraziato e declinato l’offerta. Sono riuscito, con un sostanzioso mutuo, ad azzerare le pendenze verso le banche, non ho proprio intenzione di avere ulteriori scoperti verso un altro istituto di credito e iniziare tutto daccapo. Con Minucci non si è parlato d’altro, neanche di un eventuale passaggio di Polonara a Siena, che ho letto su qualche giornale“.

Pellecchia spiega come intende muoversi:

Da qui al 10 luglio può succedere di tutto, anche pagando i debiti pregressi e i contributi. Per questo farò questa mossa. Servono due milioni tutto compreso. Anche per non disperdere il settore giovanile”. Pellecchia è addirittura fiducioso di poter cancellare gli 8 punti di penalizzazione se Teramo dovesse partecipare al campionato di A “perché –ha svelato – parlando  con esperti in caso di iscrizione a un altro torneo dilettantistico, potremmo fare ricorso e potrebbero toglierceli, visto che si tratta di contributi legati solo alla serie A”

Nella NBA di queste faccende economico-finanziarie si occupa il Commissioner.Il sig.Pellecchia è invece andato a Siena e non a Bologna, sede del consorzio dei club, e non si capisce bene – perchè il suo racconto è impreciso-  se ha parlato ai piani alti o dell’istituto  a Palazzo Salimbeni o si è fermato alla Mens Sana  in viale Sclavo. Appena rieletto per altri due anni, il presidente di Lega basket aveva il compito di assistere Teramo che da un anno era sull’orlo della chiusura,  o no?.

Che senso ha, poi, venendo al  sig.Pellecchia  far sapere che ha risposto no a un milione ma gliene occorrono due?. E’ un appello o un annuncio d’asta, senza voler tracciare commenti malevoli o sospetti. In fondo, l’importante è salvare il club-faro dell’Abruzzo, certo confidavamo che  di fronte alla crisi economica incalzante Legabasket scegliesse la strada intrapresa dal commissioner NBA David Stern  al momento della crisi di New Orleans.   Fece sottoscrivere l’acquisto degli Hornets ai 30 proprietari gestendo in prima persona il club fino a quando è riuscito a trovare pochi mesi fa il  nuovo proprietario, il sig. Tom Benson.  Sennò a che serve un presidente di lega basket  che ha spuntato 1 milione 50 mila dollari nei primi 3 anni di mandato, ed è stato confermato?

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>