L’Italia batte anche il Belgio

di Francesco Commenta

Pianigiani_Simone

Nella serata in cui finisce la Trentino cup, l’Italia di basket mostra di avere un  buon futuro davanti a sé grazie ai giovani giocatori che hanno partecipato al torneo e pensando ai giocatori di livello che non erano presenti. L’Italia di Pianigiani ha sconfitto il Belgio per 74-68 mostrando una crescita di buon livello. Dopo le vittorie contro la Germania per 91-59 e l’Olanda per 74-58, in cui si è messo in mostra tra i giovani Pascolo, contro il Belgio ci sono state le ottime prove di Cinciarini, Poeta e Aradori.

La crescita tecnica, di esperienza e di intensità dell’Italia e sotto gli occhi di tutti. Contro il Belgio Pianigiani schiera ancora Cervi e Della Valle nel quintetto titolare. Il Belgio parte bene in una partita veloce e piacevole. Cinciarini segna dei canestri importanti che permettono all’Italia di non perdere il contatto con il Belgio. I giovani italiani giocano bene e hanno voglia di mettersi in mostra con Cervi che se la cava bene sotto al canestro e Della Valle in attacco, e poi De Nicolao e Polonara che sono concentrati e sembrano sempre più affidabili.

Nel secondo tempo Datome e Aradori dimostrano di essere due delle frecce più importanti nell’arco dell’Italia, e a questi si unisceun altro giovane come Moraschini che segna degli importanti canestri. Nel secondo tempo il ritmo è sempre piacevole e l’Italia è solida in difesa. Con Poeta insieme a Cinciarini arriva l’allungo importante, ma il Belgio torna in gara. Il finale è nel segno di Aradori che fa i punti che permettono all’Italia di vincere tre partite su tre.
Il 15 luglio l’Italia si ritroverà a Trieste e due giorni dopo andrà a Sarajevo. Il 18 luglio si uniranno al gruppo dei giocatori importanti come Hackett, Melli e Gentile per iniziare la preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>