Euroleague: match ball per i greci, Montepaschi rischia

di Redazione 0

I quarti di finale di ogni competizione sportiva, sono  sempre la prova della verità e su 3 partite l’Olympiacos  new deal, non come quella del fiasco dell’anno scorso che perdeva  22 palle perse, ha già battuto Siena 2 volte  e soprattutto ha preso slancio da gara1. Il  che significa giocarsi il match ball venerdì sera davanti ai suoi 12 mila tifosi riguadagnati, altro motivo importante della stagione.

Pianigiani è realista, non firma la resa.

“I greci – esordisce nella sua analisi –  hanno giocato di qualità, congratulazioni all’Olympiacos. Non siamo riusciti a giocare come volevamo, questione di problemi in attacco e per aver smesso di giocare quando loro hanno iniziato a prendere un vantaggio. A quel punto si è pensato alla prossima partita a dare po’ di riposo ad alcuni giocatori. Solitamente segniamo circa 90 punti, stasera solo 55. Moss ha dei problemi muscolari e Thornton non era pronto. Non avevamo energie, non attraversiamo una buona forma, per questo abbiamo perso. Adesso abbiamo però un’occasione in più per batterli, e spero che i miei giocatori rispondano ma dobbiamo migliorare in attacco, muovere la palla e correre in campo aperto. L’atmosfera mi piace, penso che aiuti i giocatori a dare il meglio”.

“E’ stata  – questa invece l’analisi di Ivkovic – la nostra miglior partita e giocato come dovevamo contro una squadra esperta. Poche squadre hanno giocato così quest’anno in Europa. Difesa eccezionale, abbiamo controllato il ritmo per quasi 40 minuti. All’inizio eravamo nervosi. Abbiamo preso 18 rimbalzi offensivi, risultato di gioco di squadra che ci aiuterà in Gara4. Spero che gli infortuni di Printezis e Dorsey siano rimediabili, conto ancora molto sui nostri tifosi”

Il Tito del basketnche va verso i 70, colui che 21 anni fa ha diretto l’ultima gara della grande Jugoslavia agli europei di Roma con tutte le varie etnie, serbi, croati, sloveni, adesso sa che la sua formazione è cresciuta e può farlo ancora. Ha acquisito rispetto, personalità, e possiede  un’arma che Siena con un roster  di 14 giocatori e Kaukenas fermo  ha perso, l’intercambiabilità, che significa 12 titolari, la capacità di vincere con le rotazioni. Difatti  i suoi sette cambi hanno segnato tutti,  56 punti contro i 19 del quintetto (a secco solo Dorsey infortunato).

L’altra arma, quella fondamentale per vincere le coppe, come dimostrano le due squadre-novità in una stagione di rinnovamento più che di grandi risultati, è il ricambio intelligente.  Per questo l’esplosione di Yogev Ohayon, il play del Maccabi,  può costare l’eliminazione dei campioni del Panathinaikos mentre il trio dei ventenni terribili plasmato da Ivkovic, le guardie Mantzartis e Sloukas (MVP della gara, 20 di valutazione) e l’ala Pananikolau,  fanno capire che la politica di Siena, un mosaico di giocatori over un po’ consumati, non paga in Europa.

Nelle precedenti gare Siena era crollata in “zona cesarini” dopo aver guidato tre tempi, in gara2  aveva vinto grazie al mestiere rubando palla con McCalebb a metà campo a Printezis. Stavolta non c’è stata partita, non ha approfittato del nervosismo iniziale dei greci,  ha segnato la miseria di  9 punti nel 2° e 3° quarto. Quel che si dice la prova del 9 che la partita era… finita lì, sul 48-30 dopo 30 minuti.

I 55 punti sono un mix di  impotenza, arrendevolezza, usura, più grave  dell’attacco stitico e dei 20 punti di scarto il  49 di valutazione contro il 95. La cifra di differenza di gioco troppo alta, marcata da 24 assist, specchio di fluidità, convinzione, contropiede,  gioco e i 20 rimbalzi in meno, addirittura 18 in attacco conquistati dai greci. Un “taglia fuori” burroso, ma anche poca lucidità atletica, come ha ammesso Pianigiani.

Piano però coi de profundis.  Siena ha perso solo una volta, col Panathinaikos, 2 gare di fila nel playoff, vincere di 1 o di 50 non conta, è troppo forte lo stimolo per non concludere  nella più totale delusione  un ciclo importante, non dare tutto, anche quello che fino ad oggi non si è visto, perché vincere nuovamente di un solo  punto permette di riposare una settimana e giocarsi la bella a Siena il 4 aprile.

Nella cifra del pronostico, per  qualità ed esperienza Siena rimane la più forte ma il senso di squadra dei greci  e la crescita dei greci è invidiabile. Possiedono consapevolezza, freschezza, e umiltà, vedi gli stranieri che giocano per i giova

Risultati playoff

Gara1: Panathinaikos-Maccabi 93-73; Barcellona-Unics 78-66; Cska-Bilbao 98-71; Mps Siena-Olympiacos  75-82.

Gara2: Panathinaikos-Maccabi 92-94 ts; Barcellona-Unics 66-63; Cska-Bilbao 79-60; Mps Siena-Olympiacos 81-80.

Gara 3 – Unics Kazan-Barcellona  56-67 (5000, Sahin 3° arbitro; 19-17,  15-11, 11-18, 11-21; 19 Domercant, 12 Lyday; 21 Navarro, 9 Huertas; MVP 19 Navarro);  Maccabi-Panathinaikos 65-62 (11.060; 1° arbitro Lamonica; 12 Ohayon, 11 D.Smith;13 Batiste, 11 Vougioukas, 10 Diamantidis; MVP 19 Diamantidis);  Gescrap Bilbao-Cska 94-81 (10014;Cerebuch I° arbitro; 25-24, 22-16, 24-17, 23-24; 20 Vasiliaidis, 13 Jackson, 12 Mumbru; 22 Krstic, 16 Kirilenko, 15 Shved; MVP 25 Krstic)

Olympiacos-Montepaschi 75-55 (12.000; 14-12, 18-9, 16-9, 27-25; Mvp 20 Sloukas)

Olympiacos: 9 Mantzaris (1/2, 2/4), 2 Spanoulis (1/3, 0/3), 2 Keselj (1/2, 0/3), Dorsey (0/4 tl), 6 Antic(1/3, 0/2); 15 Hines (7/14), 5 Gecevicius (1/1, 1/2), 2 Glyniadakis (1/5), 4 Printezis (1/4, 0/2), 9 Papanikolau (2/6, 1/1), 11 Sloukas (2/3, 2/2),  10 Law (3/6, 1/1). All: D.Ivkovic. NOTE:   T2 42,9%, 21/49; T3 35%, 7/20; Tl 12/21; 49 rimbalzi (18/31), 23 assist, 7 recuperi, 7 perse, stopate 2-5, falli 19-20, Valutazione 49.

Montepaschi Siena: 15 McCalebb (5/10,1/4), Moss (0/3), Thornton (0/6), 6 Stoneroook (2/2 da 3), 12 Andersen (5/11, 0/1), 4 Rakocevic (2/6), Carraretto (0/1), 4 K.Lavrinovic (1/5),  8 Ress (2/2 da 3), 4 Aradori (2/3, 0/1), ne Lechtaler. All.S.Pianigiani. NOTE: Tiro2: 37%, 16/47; T3 41%, 5/12, Tl 8/9, 29 Rimbalzi (5/24),  10 assist, 4 recuperi, 12 perse, stoppate 5-2, falli 20-19, Valutazione 49.

Programma

Gara 4 – Giovedì 29 marzo:  Maccabi-Panathinaikos (21); Venerdì 30 marzo: Bilbao-Cska (20.30), Olympiakos-Mps (20).

Gara 5 – 4-5 aprile sul campo della meglio classificata

Final Four Istanbul 13-15 maggio: Barcellona c. vinc.Olympiacos-Mps; Vinc Cska-Bilbao c. vinc. Panathinaikos-Maccabi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>