Euroleague, il Barcellona completa la rimonta e va a Londra

di Redazione 0

Adesso manca solo la quarta squadra che uscirà da Olympiacos-Efes di stanotte e affronterà il Cska, probabile in semifinale il 10 maggio a Londra la rivincita della finale dello scorso anno, mentre il Barcellona dopo la vittoria di venerdì ad Atene non ha sbagliato nella bella e sostenuta da un pubblico caldo e per l’occasione numeroso (8000 mila spettatori contro i 4500 di media)  e ritroverà il Real Madrid nella terza finale stagionale, con 1 vittoria per parte, la Supercoppa ai castigliani e la Coppa de Re ai catalani che raggiungono la quarta finale nelle ultime 5 edizioni, con una vittoria. Il giovane coach Xavi Pascual, unico spagnolo ad aver dato il  trofeo al Barcellona, ha centrato l’ennesima finale e festeggiato la partita n.100 di Euroleague ottenendo dalla sua squadra un’intensità difensiva tipica delle grandi sfide dei college, basta leggere gli score dei greci.

Solo l’africano Stephen Lasme è andato in doppia cifra. 11 spagnoli  su 12 hanno conquistato almeno un rimbalzo, questo il primo fattore del successo apparso scontato dal 28/14 del 1° quarto sotto la spinta di Marcelino Huertas. Il Barcellona ha iniziato con i 3 piccoli Huertas, Navarro, l’Under 20 Abrines ala piccola, Lorbek ala forte e Jawai centro.  Abrines e Lorbek hanno litigato col tiro, e anche senza Mickeal (carriera forse finita per un embolo polmonare, un problema ricomparso dopo due anni) la panchina ha dato risposte concrete, per primo da parte di Ante Tomic e l’altro australiano Joe Ingles, mentre non è disponibile Brad Oleson. Il Panathinaikos ha allargato le maglie, si è fatta sgraffignare ben 19 rimbalzi offensivi dai rivali e segnato un solo canestro su 16 e col 6% e 53 punti è impossibile battere il Barcellona che ha dovuto rimontare da 1-2 ma resta la squadra più completa ed è riuscito a rimettere in campo Navarro e ha sfruttato anche l’esperienza di Jasikevicius, un’altra leggenda del basket,  che ha giocato a tratti come quando 10 anni fa era il miglior giocatore europeo.

Il Panatinaikos ha cambiato diverse tessere, a stagione iniziata ha preso Gist dall’Unicaja e sbagliato con Kapono,poi è sparito anche Banks, non torna l’investimento sugli americani, ma la grande delusione è stato il ciccione Schortanitis scomparso nella gara decisiva e un problema per quasi tutta la stagione. Buon acquisto quello dell’africano Lasme, Ukic ha peccato di leggerezza, e la bandiera della squadra, Diamantidis ne ha risentito. Per coach Pedoulakis, la terna arbitrale guidata dall’italiano Lamonica ha condizionato l’inizio coi 3 falli di Diamantidis, pessima la gestione dell’Euroleague, che fa capo a un’organizzazione spagnola, che alla vigilia delle ultime 2 gare ha “massacrato” i greci con una serie di provvedimenti tardivi, una replica maramalda. Il Barcellona .

A proposito di provvedimenti l’Efes ha messo fuori squadra lo sloveno Sasha Vujacic 2 titolo NBA con i Lakers, arrivato nel 2011, irriconoscibile dopo un infortunio alla spalla. MVP del 6°turno, nei playoff è stato un problema per la sua squadra, dopo la fine della relazione con la tennista russa Sharapova si sarebbe dato alla dolce vita e ha dichiarato alcuni mesi fa di voler tornare nella NBA

[email protected]

Riproduzione Riservata

Playoff, oggi ultimo atto ad Atene

Gara5 – Giovedì 25 aprile: Barcellona-Panathinaikos 64-53 (7585, Palau Blau Grana, 3-2; 15 Navarro 3/7, 3/10, 3 r, 4 pe, 10 Huertas 2/6, 2/7, 9 Jawai 4/4, 1/1, 6 r; 16 Lesme 6/11, 7 r, 9 Maciulis ¾, 0/2 ¾.; rimbalzi 46-32, Tiro 3: 8/27, 29%,  1/16, 6%. MVP: 21 S.Lasme ); Venerdì 26 aprile: Olympiacos-Efes (Pireo, Pal.Pace e Amicizia ore 20.45)

Final Four (Londra, Arena Olimpica: 10 maggio semifinali: ore 18: Cska-vinc.Olympiacos-Efes; ore 20 Real Madrid-Barcellona; 12 maggio finali: ore 18, 3°posto; ore 21, 1°posto.

Così l’anno scorso – Semifinali: Cska-Panathinaikos 66-64, Olympiacos-Barcellona 68-64; finale 3°: Barcellona-Panathinaikos 74-69; finale 1°: Olympiacos-Cska 62-61.

I MIGLIORI di Gara 5

MVP:  21 N.Jawai (Aus, Barcellona)

Top Scorer:  16 S.Lasme (Gab, Panathinaikos)

Uomo chiave: Joe Ingles (Aus, Barcellona)

Flop:   Roko Ukic (Cro, Panathinaikos) al solito toppa la gara decisiva

Miglior giovane:  M.Todorovic (Mtb, Barcellona)

Delusione: Schortanitis (Gre, Panathinaikos) l’ombra di se stesso (0 punti, -2)…, gli rimane solo la ciccia

Quintetto ideale:  JC Navarro (Spa,Barcellona), D.Diamantidis (Gre,Panathinaikos), J.Ingles (Aus, Barcellona),  N.Jawai (Aus, Barcellona),S.Lasme (Gab.Panathinaikos)

Gli specialisti – Valutazione 21 N.Jawai; Punti: 16 Lasme; Rimbalzi: 7 Lasme, Tomic, Ingles; Assist 3 Diamatidis.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>