Nba, Gallinari 31 punti e Bargnani doppia-doppia

di Charlie 0

Nel corso delle gare Nba del 7 gennaio, Danilo Gallinari e Andrea Bargnani protagonisti col sogno dell’All Star Game anche se le rispettive squadre – Denver e Toronto – hanno perso. Stop di Chicago ad Atlanta, ottavo successo per Miami. Passata la grande paura di Mike D’Antoni, i Knicks vincono anche a Detroit.

La grande giornata di Gallinari e Bargnani nel turno post-Befana purtroppo non è stata una giornata felice per Denver e Toronto che hanno perso in trasferta a Filadelfia  e a San Antonio, peraltro formazioni più quotate. Gallinari ha scritto 31 punti, suo high stagionale, contro gli Spurs privi di Ginobili (frattura alla mano, 8 settimane di stop) e con 7 giocatori in doppia cifra.

Per l’ala dei Nuggets che hanno avuto problemi sotto canestro (0 punti di Koufos tornato in 5°, 3 del russo Mozgov, non entrato il brasiliano Nenè)  39’30”, il più utilizzato, partita da incorniciare con 10-16 al tiro, 3 bombe su 4, 8-10 liberi, 5 rimbalzi  e 2 assist, MVP e top scorer della gara,  che può spalancargli le porte per il suo primo All Star Game.

Ty Lawson visto in Euroleague con Kaunas ha firmato da parte sua una doppia importante, 20 punti e 10 assist. I Denver vanno a 6-3, i San Antonio di Tony Parker vanno a 6-2, 2 gare casalinghe vinte e 2 trasferte negative. Andrea Bargnani è stato il top scorer con la sua prima doppia-doppia della stagione, ma i 21 punti (32 minuti, 8/19,1 su 4  da 3, 11 rimbalzi) non è stata sufficiente per evitare di subire una sconfitta pesantissima (35 punti, con l’onta di soli 62 punti realizzati, il peggior score della stagione)  a Filadelfia, squadra in crescita e che prende decisa il comando dell’Atlantic Division.

Calderon meno brillante delle altre gare,la panchina è stata una delusione (14 punti solo fra i vari Carter, Barton e Maigloire) e l’ala Butler, uno dei punti di forza del quintetto di Dwane Casey, non ha segnato un solo canestro (0-6). Ko anche New Orleans in serie negativa da 4 gare che con 3 punti di Belinelli ha perso a Dallas di 15 punti nonostante il 51% da 3. Decisive le 20 palle perse, e per fortuna i campioni non avevano Jason Kidd infortunato e Novitzky è stato nuovamente sotto tono ( con 2/11, 0/2 da 3 e 2 rimbalzi).

Miami è intanto arrivata a 8/1 vincendo in trasferta coi Nets grazie al rientro di LeBron mentre i rivali di Chicago hanno perso ad Atlanta perchè Derrick Rose 8solo 8 punti) non è riuscito a fare i soliti miracoli, e la squadra non ha un centro dominante. Mike D’Antoni è uscito invece da una settimana critica grazie alla seconda vittoria dei Knicks, stavolta a Detroit, e pareggia (4/4) salendo al 2° posto dietro Filadelfia mentre Toronto segna il passo.  Importante vittoria esterna di un punto di Utah che aveva cominciato male la stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>