Eurolega 2012 il sorprendente Olympiacos sul tetto dell’Europa

di Redazione 1

Incredibile finale per l’Eurolega 2012: un canestro a 7 decimi dalla fine di Giorgios Printezis regala all’Olympiacos, sfavoritissima sin dall’inizio delle final four, di regalare il successo finale ll’annata europea, e dopo aver superato Siena e Barcellona ottiene una grande vittoria contro il favoritissimo CSKA Mosca, con un 62-61 finale davvero inatteso. Anche perchè al 28′ i russi sono molto avanti, sul 53-34: poi, però, il CSKA si spegne improvvisamente con due soli canestri negli ultimi 12 minuti. E’ il trionfo di Dusan Ivkovic (nella foto), campione d’Europa con i greci già nel 1997, ultimo trofeo di valore per un club che negli ultimi  15 anni ha vissuto guardando i successi del Panathinaikos. Ivkovic è una delle sole due stelle rimaste nonostante il budget fortemente ridimensionato: l’altra star, Vassilis Spanoulis, è l’MVP dopo una finale da 18 punti e l’assist per il canestro finale di Printezis. E per Spanoulis è il secondo trionfo: il primo fu tre anni fa, con i cugini del Panathinaikos.

Olympiacos Pireo-CSKA Mosca 62-61 (7-10; 20-34; 40-53)

Olympiacos Pireo: Mantzaris 3, Spanoulis 15, Keselj 3, Antic 7, Dorsey; Hines, Papadopoulos, Printezis 12, Papanikolaou 18, Sloukas 4, Law. N.e. Gecevicius. All. Ivkovic. CSKA Mosca: Teodosic 15, Siskauskas 8, Kirilenko 12, Khryapa 3, Krstic 11; Lavrinovic 5, Voronov, Vorontsevich, Shved 3, Kaun 2, Gordon 2. N.e. Mejia. All. Kazlauskas. Note – Arbitri: Lamonica (Ita), Martin (Spa), Sahin (Tur). Tiri da 2: Olympiacos 11/26; Cska 16/30. Tiri da 3: Olympiacos 8/22; Cska 6/16. Tiri liberi: Olympiacos 16/27; Cska 11/19. Rimbalzi: Olympiacos 28; Cska 33. Spettatori: 15.550.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>