Basket Nba, Jokic e i suoi numeri sono sempre più da Mvp

di Gtuzzi 0

Una calma e una tranquillità che regnano sovrane fino al momento in cui qualcuno non lo fa arrabbiare sul serio. Una serenità a tratti assurda per affrontare una stagione nel massimo campionato al mondo di pallacanestro e un talento sconfinato.

Stiamo parlando del centro di origini serbe dei Denver Nuggets, ovvero Jokic, che è stato in grado di toccare, in meno di 40 match, numeri pazzeschi, ovvero superare quota 1000 punti, 500 rimbalzi e 250 assist.

Insomma, le ultime prestazioni sono sempre più sbalorditive e anche lo stesso coach dei Nuggets, Malone, è il suo primo sponsor nella corsa al titolo di Mvp della stagione. Non c’è dubbio, tra l’altro, che il nome di Nikola Jovic, sia proprio in testa nella lista delle preferenze per vincere questo premio. Certo, bisogna ammettere che il record dei Nuggets non è esaltante, per usare un eufemismo, ma è comunque sopra il 50%. Ad ogni modo, sono le prestazioni di Jokic ad essere anormali e la continuità che sta avendo in questa stagione non ha eguali in tutta la sua carriera Nba. Tra l’altro, giocando con una squadra, Denver, che sta facendo a meno di Murray e di Porter Jr, i due principali attaccanti.

Impossibile non considerare a dir poco straordinaria la stagione che sta disputando Nikola Jokic. Le cifre lasciano un po’ tutti senza parole, dal momento che le statistiche avanzate le vedono sempre tra i primi posti.

Nel corso degli ultimi cinque match, è bene mettere in evidenza come il cestista serba abbia oltrepassato la soglia dei 150 punti, ma anche dei 70 rimbalzi e 50 assist. Provando a frugare nel passato della Nba, in pochi sono riusciti a compiere una simile impresa. Si tratta, però, di giocatori che sono entrati davvero nella leggenda di questa disciplina, come nel caso di Wilt Chamberlain e di Oscar Robertson. Jokic aveva vinto anche lo scorso anno il premio da mvp. In questa stagione, però, ha scritto il suo nome negli annali della Nba, dal momento che ha superato i 1000 punti, 500 rimbalzi e 250 assist solamente in 39 gare.

Per dare un’idea del record che ha stabilito, è bene ricordare come il primato era in precedenza nelle mani di Robertson, che lo aveva stabilito in 41 partite durante la stagione 61/62. Ormai, è inevitabile che il titolo di mvp possa nuovamente finire nelle mani del serbo, che è migliorato notevolmente anche in termini di leadership.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>