Mercato basket, Salonicco tenta Ettore Messina

di Charlie 0

Giovedì a Varese firma Frank Vitucci, ad Avellino Ramagli e il gm Marruganti?

Mecacci dalla Virtus Siena allo staff di Cantù? Nella NBA l’ex romano Brian Shaw verso Charlotte. Tiene banco in mercato in attesa di conoscere l’avversaria di Siena in finale (la Scavolini Siviglia ha ridotto le distanze, e sull’1-2 rigioca con l’Armani stasera alle 20.30 a Pesaro e in diretta Tv Rai Sport1, eventuale spareggio a Milano mercoledì 6 giugno)e la seconda squadra di Legadue che salirà in A-1 con Reggio Emilia assieme alla vincente  di Brindisi-Pistoia (i toscani allenati dal senese Paolo Moretti hanno vinto gara5 con Scafati grazie al 37enne Giacomo Galanda, 11 punti, 8 rimbalzi.

Assegnato lo scudetto Under 19 alla Virtus Bologna grazie agli acquisti di due gioielli del sud, Matteo Imbrò e Landi, play e centro della nazionale giovanile juniores, si conferma l’interesse di Siena e Venezia per il cecchino francese Yakouba Diawara (Cimberio) e non è stato smentito l’ingaggio di Milano del folletto della Scavolini Hickman in precedenza lanciato da Casale (e non da Prima Veroli, come erroneamente scritto). Siena aveva già bloccato l’estone Kangur un anno fa lasciandolo a Varese, ma l’interesse si è raffreddato e potrebbe tornare a Bologna-Virtus.

Frank Vitucci, 49 anni, ha salutato Avellino e dopo due stagioni positive torna al nord, e giovedì firma con Varese  dopo che Meo Sacchetti ha rinnovato con Sassari che l’indomani dello 0-3 in semifinale ha confermato i cugini Diener.

Veneziano, lanciato da Tonino Zorzi come Ettore Messina, Vitucci era stato esonerato 3 stagioni fa dalla Benetton, ha risalito brillantemente la china ad Avellino. Ottimo tecnico, però prende il posto di un coach che ha fatto meglio di lui questa stagione, ovvero l’ex CT Recalcati che ha inflitto l’unica sconfitta a Siena, la sua ex squadra.

A Varese c’è entusiasmo ma la crisi si sente, difficile il rinnovo del contratto con lo slavo Rok Stipcevic, probabile l’arrivo di un play americano, potrebbe partire anche il sempre positivo finlandese Teemu Rannikko.

Cantù ha chiuso con una delusione in campionato, ma sembra che avrà una licenza B per l’Euroleague come terza italiana a meno che Pesaro vinca lo scudetto. E punta al ringiovanimento con Achille Polonara che servirà a Teramo per il risanamento, per cui è quasi sicuro che gli abruzzesi si ritireranno e il campionato sarà ancora zoppo (17 squadre) perché non è previsto il ripescaggio della Junior Casale. Ma perché, magari, non partire con 18 squadre e pensare a uno spareggio fra Casale e la terza classificata di Legadue?

Intanto sembra che il baby-coach della sfortunata stagione della Virtus Siena entrerà nello staff di Cantù, curiosità per la scelta della panchina di Ramagli dopo la bella stagione di Teramo. Avellino ci pensa, potrebbe muoversi assieme al gm Lorenzo Marruganti che ha il merito delle molte scelte giuste di mercato e l’esperienza di Siena.

Nella NBA l’ex giocatore del Messaggero di Valerio Bianchini che dopo aver giocato nei Lakers ha iniziato la carriera di allenatore, e attualmente assistant-coach di Indiana è il primo candidato alla panchina di Charlotte, il proprietario  Micheal Jordan avrebbe detto ok dopo il ritiro di Paul Silas e le 7 sconfitte su 59 gare. Forse Belinelli non potrebbe rientrare nel progetto di rilancio degli Hornets, chiuso da Eric Gordon. I Clippers dopo Vinny Del Negro hanno confermato anche il gm Olshey corteggiato da Portland, voce clamorosa di Ettore Messina che potrebbe tornare in Europa e firmare con l’Aris Salonicco che vuole rilanciare il basket nella prospettiva di una candidatura olimpica della città di Alessandro Magno. In caso di rifiuto, Salonicco potrebbe pensare all’ex Ct azzurro Recalcati. Continua invece ad Astana il triestino Boniccioli che sarà anche il CT del Kazakistan.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>