Varese domina Cantù: finisce 95-64 il posticipo di Serie A basket

di Gtuzzi Commenta

Varese Cantù

Doveva essere, secondo le previsioni alla vigilia, un derby piuttosto equilibrato, invece la storia della partita è stata completamente l’opposto. Un vero e proprio dominio quello dei padroni di casa dell’OpenjobMetis, che ha terminato infliggendo oltre trenta punti di distacco ai cugini canturini. Una partita che ha visto Varese dominare dentro l’area pitturata, vincendo notevolmente la lotta a rimbalzo e difendendo alla grande. Dall’altra parte Cantù mostra grandi lacune in attacco, staccando poi completamente la spina dal match e finendo anche sotto di 35 nelle fasi conclusive del match.

Varese trova un super Okoye

Caja voleva determinazione e grinta e i suoi giocatori l’hanno accontentato in pieno. Okoye in grandissimo spolvero, con una doppia doppia che non si vedeva da tempo da queste parti (22 punti e 18 rimbalzi), accompagnato dalle ottime prestazioni balistiche di Waller e Ferrero. In realtà, però, è tutta Varese che gira alla perfezione, anche in difesa.

Cantù in partita solo nel primo quarto

Cantù rimane in partita nel primo quarto solamente grazie alle invenzioni di Culpepper, con Burns che spinge gli ospiti fino al massimo vantaggio, 6-12. A questo punto la Red October comincia a subire l’intraprendenza varesina, che inizia a segnare con continuità da tre punti. Tambone spinge Varese fino al +9, 25-16. Culpepper non ci sta e si prende sulle spalle Cantù, portandola al -1, 25-24. Da qui in poi sarà un monologo di Varese, con le triple di Okoye e Waller che mandano l’OpenjobMetis sopra di 15 all’intervallo. Vantaggio che aumenterà inesorabilmente fino al +31 finale, 95-64.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>