Champions Legue: sconfitte per Venezia e Capo d’Orlando

di Gtuzzi Commenta

Champions League venezia aek atene

Sembra proprio che a Venezia non piacciano le partite tranquille e anche questa volta in Champions League succede veramente di tutto. L’avversario non si chiama Banvit, ma Aek Atene. Eppure il copione sembra già visto. Anche in questo caso la Reyer subisce la rimonta degli ospiti nel finale, riesce a portare la partita all’overtime, ma non ha più la forza per portarla a casa.

Champions League: finale spettacolare, ma stavolta Venezia non vince

Una grande impresa quella dell’Aek Atene, anche se presenta un roster veramente di tutto rispetto, con tanti ottimi giocatori già visti nel campionato italiano, come Sakota e Green, che sono proprio quelli che spingono verso il successo i greci. In realtà, però, a decidere la partita è stato James, che ha infilato il canestro della vittoria a 2” dalla fine, 101-103.

Capo d’Orlando non fa l’impresa a Chalon

La sconfitta di Venezia è seguita a ruota da quella di Capo D’Orlando, che raccoglie la seconda “L” di fila. Questa volta sul campo di Chalon, in Francia, dove l’Orlandina riesce a rimanere in partita fino a metà del secondo quarto. Troppa fatica in attacco, troppe palle perse contro un avversario sicuramente molto più esperto in campo europeo. Si poteva fare certamente di meglio, ma Chalon ha trovato anche in Smith un vero e proprio trascinatore. Finisce 67-55 per i francesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>